F1 News, Ferrari: Mattiacci conferma Alonso e Raikkonen! Bianchi può attendere

Formula 1: Mattiacci conferma che la Ferrari avrà ancora Alonso e Raikkonen al volante nel 2015

da , il

    F1 News, Ferrari: Mattiacci conferma Alonso e Raikkonen! Bianchi può attendere

    Fernando Alonso non si discute. Sarà solo apparenza, poi, ma Marco Mattiacci, sembra avere un ottimo feeling anche con Kimi Raikkonen. Il team principal della Ferrari ha confermato ai microfoni di Skysport che non ci sono motivi per immaginare una coppia piloti diversa da quella di quest’anno anche per la stagione 2015 di Formula 1. Visto che entrambi hanno un contratto in tal senso, si tratterebbe di una non-notizia. Ma, considerando i mal di pancia dell’asturiano, le deludenti prestazioni del finlandese e le dimostrazioni di maturità dello scalpitante Jules Bianchi, qualcuno pensava che ci sarebbero state delle importanti novità. Il francesino della Ferrari Driver Academy, invece, dovrà attendere almeno il 2016.

    “Hanno già un contratto per il prossimo per cui non c’è molto da dire sull’argomento visto che loro sono per noi i migliori due piloti”, ha ribadito Mattiacci a Marca. Nessuna speculazione più neppure su Fernando Alonso. Lo spagnolo è stato visto nel motorhome della Red Bull ma solo per salutare il tecnico Paul Monaghan, suo amico ai tempi della Renault, il quale gli ha chiesto di autografare una maglietta per il figlio. Semmai dalla Red Bull arrivano notizie di un Vettel scontento e tentato dalla McLaren-Honda. La quale, a sua volta, ha di fatto già dato il benservito a Jenson Button.

    SCOPRI CHI SONO I PILOTI PIU’ GIOVANI DI SEMPRE NELLA STORIA DELLA FORMULA 1!

    Baldisserri: “Troppe ironie attorno alla FDA”

    Intervistato da Leo Turrini in qualità di responsabile della Ferrari Driver Academy, Luca Baldisserri ha chiarito come mai la scuola di Maranello si sia lasciata scappare un talento come quello di Max Verstappen e quale sia la filosofia che c’è dietro, ben rappresentata dalla storia di Jules Bianchi. “Verstappen l’ho visto all’opera da vicino. Non faccio fatica a dirti che è un predestinato”, ha ammesso. La Red Bull non ha paura di buttare nella mischia dei giovani anche a costo di bruciare il loro talento per via dell’inesperienza:“Non posso sapere è se sia giusta la decisione della Red Bull. Guidare in un Gran Premio implica necessariamente una maturità, nei comportamenti e nella gestione del mezzo meccanico, che è molto difficile valutare da fuori. Diciamo che si tratta di una scelta coraggiosa”. L’idea che sta dietro al lavoro di Baldisserri nella FDA è molto diversa:“Io sono orgoglioso di ciò che stiamo sviluppando a Maranello con la nostra Accademia eppure se ne parla poco e magari con punte di ironie che sfiorano il sarcasmo. Invece sono convinto che il progetto abbia una logica e un senso. Prendi Jules Bianchi: secondo me adesso è pronto per un top team, lo sta dimostrando, ha acquisito l’esperienza necessaria, in breve è maturato. Poi saranno altri a decidere il suo futuro…”, ha concluso l’uomo Ferrari.

    Fotogallery: i piloti più giovani di sempre