F1 News, Ferrari: patto anti-Mercedes tra Vettel e Raikkonen

Formula 1 2015: Vettel e Raikkonen intervengono alle Finali Mondiali della Ferrari al Mugello e ribadiscono il loro patto d'amicizia e di lavoro per riportare la Scuderia davanti alle Mercedes

da , il

    Kimi Raikkonen, intervenuto alla conferenza stampa delle Finali Mondiali Ferrari 2015 del Mugello, ha ribadito un concetto molto chiaro. La Scuderia Ferrari ha voltato pagina rispetto al passato. Ora c’è davvero un gruppo solido di persone che rema tutto dalla stessa parte. Ed anche il buon rapporto con Sebastian Vettel rappresenta un valore aggiunto per riuscire a completare la dura rimonta sulle Mercedes:“Nel team non c’è più quel tipo di politica che ho trovato in passato. Questo ci consente di lavorare per bene. C’è un ottimo clima adesso ed io e Sebastian abbiamo due team di lavoro differenti ma con buone relazioni reciproche. Ciò ci mette nelle condizioni di fare sempre meglio”, ha spiegato Iceman. Seguite insieme a noi la gara del GP Brasile F1 2015 LIVE in diretta.

    Raikkonne: “Con Vettel da sempre ottimo feeling”

    “Con Seb ho sempre avuto ottimi rapporti anche in passato e non credo che ora le cose siano cambiate - ha proseguito Kimi RaikkonenMi trovo molto bene adesso con tutto il team ed ho un ottimo rapporto con tutti. Sappiamo bene che il nostro obiettivo è fare progressi. La stagione 2015 è stata ottima da questo punto di vista ma noi siamo un top team e dobbiamo ancora crescere per arrivare dove vogliamo”.

    Vettel: “Ad oggi grande rimonta su Mercedes”

    Il punto è che all’inizio della stagione 2015, tutti – e sottolineo tutti – dagli addetti ai lavori, ai tifosi, agli stessi uomini della Ferrari, credevano che la Rossa non sarebbe stata in grado di lottare per il titolo mondiale almeno fino al 2017. L’efficace rimonta messa in scena sulle Mercedes, invece, fa sognare in grande già per il 2016. “In questa parte finale della stagione, anche se non sempre i risultati l’hanno dimostrato, credo che siamo riusciti a migliorare in modo sensibile le prestazioni della monoposto – ha dichiarato Sebastian Vettelanche a Città del Messico, nonostante non siano arrivati dei punti, il nostro passo era molto convincente. E’ da metà stagione che stiamo riducendo il gap che ci separa dalla Mercedes. Adesso riusciamo ad essere molto più veloci anche in qualifica e nelle ultime due gare che restano spingeremo a fondo per proseguire la nostra marcia di avvicinamento senza dimenticarci quanto di buono è già stato fatto: ad inizio anno eravamo dietro di 1,3” mentre ora siamo sotto al secondo”.

    Marchionne provocatore contro la FIA

    Anche Sergio Marchionne prende la parola. Lo fa per attaccare la FIA dell’ex Jean Todt. E non usa mezze misure quando si mette a commentare la proposta di ridurre il costo di fornitura delle power unit:“Mi sorprende che una persona di esperienza in F1 come Jean non si renda conto di quanto siano alti i costi per creare e sviluppare le attuali unità. Ritengo sia osceno che la Federazione e la FOM pensino di obbligarci ad aiutare economicamente altre squadre. Quanto alla Red Bull - ha concluso – loro sanno che noi siamo disposti ad aiutarli ma non devono pretendere il motore 2016″.