F1 news, Ferrari: Raikkonen preannuncia il ritiro nel 2015, Alonso:”Ho molti anni di contratto”

Formula 1: Raikkonen ammette che a fine 2015 potrebbe lasciare la Ferrari e chiudere la carriera

da , il

    Formula 1, Ferrari: Raikkonen preannuncia il ritiro nel 2015,

    Al termine della stagione 2015 di Formula 1, Kimi Raikkonen avrà 36 anni. L’età giusta per smetterla. Almeno secondo i finlandesi. Soprattutto per un personaggio come Iceman che ha già dimostrato di avere ben altre preferenze tanto da prendersi persino il lusso di stare due anni lontano dai circuiti quando era al top della carriera pur di confrontarsi con il suo amore per il rally. In un’intervista pubblicata sul sito ferrari.com, Raikkonen conferma che non ha intenzione di cercarsi un’altra sistemazione una volta che sarà scaduto il suo contratto con la Ferrari. Contratto che scade a fine 2015 e che molto difficilmente sarà prolungato ulteriormente. Sempre in tema di mercato, intanto, si fanno più insistenti le voci di un corteggiamento del Cavallino Rampante nei confronti di Ross Brawn. Per seguire la diretta delle prove libere 2 da Silverstone, BASTA CLICCARE QUI!

    Mentre Fernando Alonso smentisce ulteriormente la volontà di andarsene dalla Ferrari e dalla Formula 1 con un secco “Ho ancora molti anni di contratto e sono concentrato sul vincere qui”, Kimi Raikkonen chiarisce le proprie intenzioni così a chi gli chiede quanto tempo pensa ancora di stare nel Circus:“Finché non scade il mio contratto. A quel punto probabilmente mi fermerò”. Tornando sull’imminente Gran Premio di Silverstone, Iceman spiega quale sia l’approccio della Ferrari:“Quello che so è che fin qui abbiamo imparato molto e se non altro adesso sappiamo quali sono i problemi. Per l’anno prossimo il team farà senza dubbio scelte differenti e alcuni di questi cambiamenti li proveremo già in questa stagione. Comunque si tratta di un processo complesso, abbiamo delle nuove parti da testare e ci auguriamo che confermino che la direzione che abbiamo preso è quella giusta”. Raikkonen ha poi ammesso che non tutte le ultime novità tecniche introdotte due settimane fa in Austria hanno dato i risultati sperati. Tuttavia certe componenti saranno nuovamente testate a Silverstone per un’ulteriore verifica.

    Ferrari: assalto a Ross Brawn

    Si dice che sia partita l’offensiva di Marco Mattiacci e Luca di Montezemolo verso Ross Brawn. Il presidente ed il team principal vorrebbero contare sulle indubbie capacità dell’esperto britannico per rinforzare la squadra senza badare a spese. Secondo quanto riportato sul “Corriere della sera”, la cifra messa sul piatto è di 5 milioni di euro. Lo scoglio più difficile da superare non è convincere Brawn quanto la Mercedes. I tedeschi, pur di non lasciarlo scappare alla concorrenza, infatti, starebbero a loro volta provando a reinserirlo nell’organico dandogli un ruolo da superconsulente, vale a dire soldi, prestigio ma pochissime responsabilità.

    Alonso: “3 cose da fare”

    “Quest’anno nel Campionato Costruttori si può finire secondi o sesti con margini estremamente ridotti per cui devo aiutare la squadra a fare più punti possibili“, ha dichiarato Fernando Alonso sul sito ufficiale della scuderia italiana. Lo spagnolo prova a spiegare la propria ricetta per affrontare la deludente stagione attuale, ormai improntata già al 2015:“Se vogliamo migliorare per la prossima stagione dobbiamo fare tre cose: la prima è segnare punti, perché finire sesti o settimi potrebbe fare male alla squadra per il prossimo anno, per esempio dal punto di vista economico; la seconda cosa da fare è provare, soprattutto il venerdì, componenti utili per il prossimo anno; la terza è passare più tempo possibile con la squadra. Per questo motivo domenica sera tornerò a Maranello per lavorare tutta la settimana al simulatore. Ora non c’è tempo per rilassarsi. Questo è il momento di lavorare, perché voglio dare alla squadra quello che si aspetta da me”.

    Twitter: @pierimanuel

    MotoGP Assen 2014 paddock girls