F1 News, Ferrari: una donna di FCA nuovo capo controllo qualità

Il finale di stagione 2017 di F1 è stato un disastro di affidabilità per la Ferrari. Marchionne corre ai ripari nominando un addetto al controllo qualità da FCA

da , il

    F1 News, Ferrari: una donna di FCA nuovo capo controllo qualità

    Il drammatico epilogo della stagione 2017 di Formula 1 che ha visto la Ferrari regalare il titolo mondiale a Lewis Hamilton causa problemi tecnici decisivi avuti sulle monoposto di Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen (oltre all’incidente di Singapore, ça va sans dire), ha portato Sergio Marchionne ad ammettere le proprie responsabilità:“Abbiamo sottovalutato un importante aspetto del controllo qualità che, erroneamente, abbiamo ritenuto banale”, ha dichiarato in una recente intervista a Cnbc. La reazione è stata immediata: la spagnola Maria Mendoza, pescata dall’interno di FIAT-FCA è stata nominata nuova responsabile del reparto controllo qualità della scuderia Ferrari di Formula 1.

    Maria Mendoza nuovo capo controllo qualità Ferrari

    Chi è Maria Mendoza? Di lei sappiamo che ha 42 anni, si è laureata all’Università di Saragozza ed è nel gruppo FIAT-FCA già da una quindicina d’anni. Specializzata in qualità dei materiali, attualmente stava dirigendo un team dedicato al controllo delle componenti per i motori delle auto destinate al mercati EMEA (Europa, Middle East, Africa). Mendoza dovrà far vedere il proprio valore sin dalla prossima trasferta negli USA della scuderia Ferrari di Formula 1. Le rosse, per bocca dello stesso Marchionne, sono chiamate ad una prova d’orgoglio, a lottare fintanto che la condanna non arriverà dalla matematica. Buon lavoro.

    Mercedes, Lauda:”Non credo sia stata solo una candela”

    Lauda torna a parlare del problema tecnico che in Giappone ha messo KO Vettel. E lo fa pungendo la Ferrari, come se non fosse già abbastanza bastonata:“Non credo che abbiamo avuto solo un problema alla candela. Anche noi ci siamo accorti di averlo durante la domenica mattina quando abbiamo riscaldato il motore e la abbiamo cambiata con il permesso della FIA. Penso che Vettel avesse qualche problema in più rispetto alla sola candela”. Eppure, anche a bocce ferme, lo stesso Marchionne ha ribadito che è stata una candela da 59 Euro a mettere KO una monoposto che ha un valore pari a diversi centinaia di milioni.