F1 News: FIA, 8 motori all’anno per pilota

Notizie Formula 1, la FIA spiega che ciascun pilota avrà 8 motori da far durare per i 17 gran premi, prove libere comprese; Charlie Whiting chiede alla Bridgestone di attestare il gap tra le due mescole attorno al mezzo secondo; la ex-Honda crede ancora nel rientro per la stagione 2009

da , il

    Notizie Formula 1, brevissime dal paddock. La FIA precisa che la regola sul numero massimo di motori utilizzabili nella stagione agonistica non dovrà superare le 8 unità comprese anche le prove libere. Il direttore di corsa Charlie Whiting chiede alla Bridgestone di non portare in pista mescole morbide/dure con gap troppo elevati. La squadra ex-Honda si dice ancora ottimistica sulle chance di rientrare nel Circus per il 2009.

    8 MOTORI. Ciascun pilota potrà utilizzare 8 motori con i quali dovrà disputare tutti e 17 i weekend di gara. Dal nono in poi, arriveranno le sanzioni. E’ questa la spiegazione che la Federazione ha dato al nuovo regolamento. Pertanto, è pensabile che ciascun team possa cambiare motore tra qualifiche, gara e prove libere ma al tempo stesso si palesa lo spettro di venerdì “al risparmio”. Dato il congelamento dei test, infatti, in molti pensavano che sarebbe stato meglio dare libertà ai team di girare con motori extra, tanto per lo sviluppo delle vetture quanto per lo spettacolo. Così non sarà.

    MESCOLE DIVERSE. Il direttore di corsa Charlie Whiting ha chiesto alla Bridgestone che il gap tra le due mescole (morbida e dura) che dovranno essere utilizzate obbligatoriamente in gara, non sia troppo elevato. “Ciò che accadrà nei test invernali non sarà molto indicativo per cui dovremmo valutare la situazione dopo le prime 4 gare” – ha dichiarato Whiting – “Quello che non vogliamo è che ci sia troppo gap tra i due pneumatici ma che sia superiore rispetto a quello del 2008 che talvolta non andava oltre i due decimi. Secondo la mia opinione, l’ideale sarebbe una differenza di circa mezzo secondo” ha concluso lo storico direttore di gara.

    HONDA, IN O OUT? Il 31 Gennaio sembra essere l’ultima data utile messa in calendario da parte della Honda per trovare un acquirente o mandare tutti a casa. Ross Brawn e Nick Fry, però, si dicono ancora fiduciosi per il buon esito delle trattative. Al momento la vettura è già pronta ed a mancare è solo, si fa per dire, la fornitura di motori. Ricordiamo che, dopo il passo indietro fatto dalla Ferrari, la Mercedes ha accolto le richieste degli inglesi chiedendo loro di fare in fretta. Il tempo, quindi, resta l’unico vero nemico degli uomini di Brackley.