F1 News: Hamilton nega accuse a Schumacher ma video lo incastra

Formula 1: Hamilton smentisce di aver fatto dichiarazioni contro Schumacher ma c'è un video che lo incastra. E allora? Allora i fans di Michael continuano la loro battaglia contro di lui che, intanto, invoca il nome di Senna...

da , il

    Ormai la frittata è fatta per Lewis Hamilton. C’è anche un video che lo “incastra” nel quale dichiara:“Io non ho mai fatto le cose che ha fatto Michael per vincere i miei titoli mondiali”. A nulla servono le precisazioni postume che mette su Instagram:“Voglio che i tifosi di Michael sappiano che anche io sono un suo grande fan. Sono cresciuto seguendo tutta la sua carriera dagli esordi e fino al settimo titolo. E’ stato il pilota più grande della nostra era ed io sono orgoglioso di averlo potuto conoscere ed aver passato un po’ di tempo con lui. E’ sempre stato gentile con me e nell’ultima sua gara di F1 ho anche trovato il coraggio di chiedergli di poter scambiare i nostri caschi. Vi chiedo di non credere a quello che leggete. Non è mia intenzione mancare di rispetto a lui ed alla sua famiglia, anzi sto pregando affinché si possa riprendere”. Seguite insieme a noi la gara del GP Brasile F1 2015 LIVE in diretta.

    Hamilton contro Schumacher: ecco il video

    Fan club di Schumacher: “Scuse non credibili”

    Lewis Hamilton ha smentito di aver pronunciato la frase incriminata. Ma già da qualche giorno gira in rete anche il video dell’intervista incriminata. Sul tema, quindi, torna a bomba il presidente del fanclub di Kerpen di Michael Schumacher mostrandosi tutt’altro che clemente nei confronti del pilota della Mercedes:“Le sue scuse sembrano un lieve tentativo di limitare i danni e suppongo sia stato il suo management a dirgli come comportarsi - ha dichiarato Reiner Ferling – è troppo facile dire adesso di non credere a quello che si legge. Se volesse davvero dare delle scuse, dovrebbe spiegare per bene come mai ha lanciato quelle insinuazioni”.

    Il vero mito di Hamilton è Senna

    Difficile aver amato sia Senna che Schumacher. I due erano accomunati da grande talento ma hanno scritto pagine molto diverse della storia della Formula 1. Il vero mito di Lewis Hamilton, forse anche perché ha corso per la “sua” McLaren, è sempre stato Ayrton Senna. In occasione del Gran Premio del Brasile, il 3 volte iridato ritorna a parlare della storia della F1 pensando proprio a lui:“Il circuito di Interlagos è un classico del calendario. E’ breve, difficile per le gomme e complicato a causa dei cambi repentini del meteo. I tifosi, poi, sono veramente caldi e appassionati. Per me San Paolo è sempre un posto speciale perché è la patria di Ayrton: sin da bambino desideravo correre qui e, adesso, quando ci vado sento la sua presenza. Lui è un eroe per la sua gente e mi commuove vedere come mi accolgono”. Hamilton e Senna hanno in comune da poche settimane il numero di titoli mondiali vinti ma tante altre cose tra cui il faticare a vincere sul tracciato dedicato a Carlos Pace:“Senna ha impiegato otto anni prima di riuscire a vincere su questa pista ed anch’io non ci sono mai riuscito”. Per il pilota della Mercedes questo sarà il nono tentativo. Quello buono, Rosberg permettendo.