F1 News: la McLaren spiega l’uso dell’ala 2008

F1 News: la McLaren spiega l’uso dell’ala 2008

Notizie Formula 1, brevissime dal paddock

da in Formula 1 2017, Luca Cordero di Montezemolo, McLaren F1, Renault F1
Ultimo aggiornamento:

    Notizie Formula 1. La McLaren spiega il perché abbia deciso di girare nei test usando stranamente un’ala posteriore in stile 2008. La banca ING dichiara che questo sarà l’ultimo anno come sponsor Renault. Montezemolo torna a parlare dell’ipotesi Formula 1 a Roma.

    MCLAREN MP4-24. Inizialmente, nella bagnata Portimao, fu detto che la McLaren MP4-24 girava con un’ala posteriore della vettura 2008 per dare più aderenza e ridurre i rischi per i piloti. Successivamente, nella calda Jerez, alcuni responsabili della scuderia anglotedesca ammisero che era stata nuovamente montata l’ala 2008 in attesa che arrivasse una nuova versione di quella 2009. Proprio mentre il mistero stava configurando contorni preoccupanti per i tifosi, Pedro de la Rosa è intervenuto per ristabilire la verità spiegando che l’obiettivo del team è quello di avere un punto di riferimento dal quale partire. Il partito degli scettici, però, cresce. Perché, altrimenti, inizialmente nascondere i propri intenti?

    ING LASCIA LA F1. Quelli del Conto Arancio non sono diversi dagli altri istituti di credito.

    Stretti nella morsa della crisi, i dirigenti della ING hanno deciso di lasciare la Formula 1 al termine dell’anno in corso. Secondo alcune stime, il risparmio si aggirerebbe attorno agli 80 milioni di Euro. Per la Renault, quindi, si prefigura un futuro difficile date le difficoltà del settore automobilistico, analoghe a quello bancario.

    FORMULA 1 A ROMA. Sul tema del Gran Premio di Roma nel 2010 interviene ancora una volta il presidente della Ferrari. Montezemolo sembra prendere stavolta più sul serio l’argomento, ma resta fermo sulle sue convinzioni:“Se oggi si devono destinare attenzioni a città come Roma in funzione di investimenti di infrastrutture sulla sicurezza o sulla luce, credo che onestamente ci siano altre priorità. Detto questo, se questo fosse a costo zero, e anzi portasse degli utili nelle casse, un una tantum si può fare, ma dire che Roma abbia bisogno di un Gran Premio per essere promossa mi sembra un po’ troppo”. Il numero 1 del Cavallino ha poi ammesso di preferire nettamente Monza e, se proprio si potesse fare una seconda gara in Italia, punterebbe decisamente sul circuito del Mugello.

    411

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Formula 1 2017Luca Cordero di MontezemoloMcLaren F1Renault F1