F1 News: la Renault R29 fallisce il crash test

Notizie di Formula 1

da , il

    Notizie di Formula 1, brevissime dal paddock. Un portavoce Renault ha confermato che la R29 non ha superato i crash test della FIA. David Richards ammette di aver rinunciato ad entrare in Formula 1 con la Prodrive. I team di Formula 1, tramite la FOTA, si dicono disposti ad accettare anche radicali cambiamenti regolamentari (vedi medaglie e griglie invertite) purché sia il pubblico a chiederlo.

    CRASH TEST PER LA R29. Il lancio della nuova vettura ed il conseguente primo test della stagione andrà in scena comunque, come programmato, il 19 Gennaio sul tracciato portoghese di Portimao. Un portavoce della scuderia francese ha però ammesso che la nuova R29 non ha superato al primo tentativo due dei tre crash test richiesti dalla FIA. “Abbiamo identificato il problema e l’abbiamo risolto” ha dichiarato il rappresentante dei transalpini senza però dare ulteriori dettagli sulle difficoltà avute.

    12 ACQUIRENTI PER LA HONDA. ?Penso che al giorno d?oggi sia abbastanza rischioso impegnarsi in un affare di cosi? vasta portata – ha spiegato David Richards smentendo definitivamente una sua trattativa con la Honda per l’approdo della Prodrive nel grande Circus – L?operazione ?salva-costi? programmata in questi mesi non è sufficiente ad evitare un tracollo vero e proprio e non sarà certo questa a risollevare la situazione. Almeno fino al 2010 sarà impossibile fare previsioni azzardate, ottimistiche e non?. Secondo le ultime indiscrezioni, escluso Richards, sarebbero ancora 12 i possibili acquirenti della squadra nipponica. Tutti quanti impegnati nella ricerca di sponsor. E, pur di far andare in porto la trattativa, pare che la Honda sia disposta non solo a vendersi a zero, ma starebbe pensando di mettere sul piatto una cifra attorno ai 70 milioni di dollari.

    NELLE MANI DEI FANS. La Formula 1, rappresentata dalla FOTA, è disposta a rispondere positivamente alle richieste di Mosley ed Ecclestone. Si potranno fare grandi e clamorosi cambiamenti nel format dei Gran Premi, nell’assegnazione dei punti e in tanti altri aspetti ma solo a patto che sia il pubblico a chiederli. E’ questa la conclusione dell’incontro tra i team tenutosi la scorsa settimana. Come illustra Ron Dennis:“La posizione dei team è assolutamente favorevole ai cambiamenti che possono migliorare la F1. Io sono un uomo di corse e vorrebbe vedere qualifiche pure con il più veloce che parte primo - precisa il boss McLaren – ma mi rendo conto che per qualcuno possa essere noioso. Per questo cercheremo di capire quali sono le reali richieste della gente cercando, però, di mantenere intatta l’essenza dello sport”. In accordo con la FIA, quindi, saranno condotte vere e proprie ricerche di mercato. Che gli esiti ce la mandino buona…