F1 News: la Toro Rosso ritorna Red Bull

Notizie Formula 1

da , il

    F1 News, brevi dal paddock. La Red Bull dichiara che rileverà il restante 50% della Toro Rosso attualmente di proprietà di Gerhard Berger. Montezemolo approva il circuito di Abu Dhabi. Nico Rosberg avvisa la Williams che questo potrebbe essere il suo ultimo anno a Grove.

    TORO ROSSO VENDUTA. Si è parlato molto della vendita della Toro Rosso. Nessuno si aspettava, però, che fosse proprio Dietrich Mateschitz, proprietario della Red Bull, ad acquistarla. Non è chiaro se questo sia il primo passo di una successiva cessione complessiva ad un’altra società, fatto sta che, ad oggi, liquidato il socio Gerhard Berger che resterà comunque in squadra, la Red Bull si ritrova nuovamente con due team interamente di sua proprietà. In attesa che il regolamento sportivo chiarisca l’ammissibilità o meno di questo piccolo/grande conflitto di interessi, il boss del beverone spiega così la sua scelta:“Un progetto congiunto finanziato al 100% da un solo partner puo’ avere senso solo in una fase iniziale. Questa fase e’ ormai conclusa e questo e’ il motivo per cui la Red Bull acquisira’ di nuovo le azioni. Voglio ringraziare Gerhard - conclude Mateschitz – perché insieme abbiamo portato stabilmente nella top ten la nostra squadra”.

    ABU DHABI OK. Dopo le feroci critiche ai moderni circuiti cittadini di Valencia e Singapore, Luca di Montezemolo di recente ritorno da Abu Dhabi, ha commentato favorevolmente il nuovo tracciato in terra araba.“Sono molto soddisfatti - ha dichiarato il Presidente Ferrari alla Gazzetta - lo Yas Marina sembra ben fatto e molto diverso da quanto visto fino ad ora. Sarà un bello spettacolo”.

    ROSBERG AL 2010. Il pilota della Williams Nico Rosberg si appresta ad affrontare il quarto anno in Formula 1 ma ha già la mente al 2010. “Non ho nessun rimpianto per essere rimasto alla Williams perché ho grande riconoscenza per questo team e grande fiducia in chi ci lavora – ha ammesso il biondo di passaporto tedesco - Se non dovesse arrivare il salto di qualità, però, nel 2010 potrei valutare altre opzioni. Ad ogni modo - ha precisato Rosberg – interverranno numerosi cambiamenti quest’anno e spero che il lavoro fatto in fabbrica dia i risultati sperati. Siamo partiti da zero e per me sarebbe fantastico far crescere questo progetto. Al momento non mi interessa vincere il mondiale – ha concluso il campione 2005 della GP2 – ma avere un’auto che mi consenta di andare a podio e lottare per la vittoria”.