F1 News: Lewis Hamilton perde un altro premio

Notizie Formula 1, brevi: Hamilton non vince un altro premio popolare in Gran Bretagna, Max Mosley dichiara che metterà nelle mani del pubblico il giudizio sulle medaglie in Formula 1, la Force India conferma i suoi piloti ed il Sudafrica si muove per organizzare un GP di F1

da , il

    Notizie Formula 1, brevissime dal paddock. Lewis Hamilton NON riceve un premio dalla consegna apparentemente scontata, qualcuno trama contro di lui? Max Mosley, fiero dell’approvazione popolare sulle misure anticrisi, prosegue sull’onda dell’entusiasmo e dichiara:“Sull’assegnazione delle medaglie ai pilota, faremo decidere il pubblico”. La Force India conferma definitivamente i suoi due piloti. Il Sudafrica si candida per tornare ad ospitare un Gran Premio di Formula 1.

    HAMILTON SCONFITTO. Fa parlare nel Regno Unito l’ennesimo riconoscimento popolare sfuggito a Lewis Hamilton. Stavolta a vederlo uscire sconfitto è il premio Sports Personality of the Year 2008 che, in base ai voti dei britannici, è finito al ciclista Chris Hoy con il quale, ironia della sorte, avrebbe dovuto sfidarsi nella Race of Champions. Il pilota McLaren può consolarsi con il “driver of the year” d Autosport, la Gold Star della BRDC, il Richard Seaman trophy e, ovviamente, il trofeo di campione del mondo di F1 ricevuto venerdì scorso a Montecarlo nella tradizionale serata di gala organizzata dalla FIA. Si sa, però, che a certi livelli l’acclamazione popolare è quanto di più desiderato. E la sconfitta appare ancor più cocente se si considera quanto, in passato, i piloti di F1 siano stati presi in considerazione. Poco male, comunque, per entrare nel club che comprende John Surtees, Stirling Moss, Jackie Stewart, Nigel Mansell e Damon Hill, Lewis Hamilton ha ancora molti anni di carriera. Probabilmente, chi ha votato, è stato condizionato proprio da quest’ultima considerazione.

    MEDAGLIE IN F1. In tema di decisioni popolari, non si può non parlare dell’ennesima trovata di Max Mosley che, diviso tra punteggi e medaglie da dare ai piloti, punta tutto sui sondaggi:“Faremo un indagine di mercato e decideremo in base a quella. Ammetto che allargare la zona punti ai primi otto e diminuire la distanza tra il primo ed il secondo è stato uno sbaglio – ha dichiarato alla Gazzetta – ma sono anche contrario a cambiare troppo spesso il sistema di punteggi perché disorienta le persone”.

    FORCE INDIA CONFERMA. “Certamente abbiamo accolto i consigli e le indicazioni dei nostri nuovi partners su questa questione, ma la scelta e’ stata interamente nostra basata sull’attuale talento disponibile oggi sul mercato – ha dichiarato Vijay Mallya in occasione della conferma ufficiale di Sutil e Fisichella come piloti titolari, nonché quella di Liuzzi come terza guida – Con Giancarlo, Adrian e Tonio abbiamo un perfetto bilanciamento tra esperienza, ambizione e completa consistenza” ha concluso il magnate indiano.

    SUDAFRICA. La Formula 1 potrebbe tornare a Kyalami in Sudafrica. La Guateng Motorsport Company sembra seriamente interessata a concludere l’operazione, mettendo sul piatto ogni risorsa necessaria. Mandla Nkomfe, membro del consiglio esecutivo della società, ha recentemente dichiarato:“Guateng vuole far tornare il Sudafrica protagonista nel mondo dell’automobilismo sportivo e, per questo motivo, si è affidata all’esperienza di Hermann Tilke e del direttore di gara della Formula 1 Charlie Whiting che hanno già fatto alcuni sopralluoghi a Kyalami”. Non è ancora chiaro se ci sarà una rivisitazione del vecchio tracciato o, nelle zone limitrofe, ne verrà costruito uno ex-novo. Fatto sta che, visto l’impegno messo in campo, sembra che i presupposti per rivedere le F1 da quelle parti ci siano tutti.