F1 News, Massa: “Forse Alonso non ha aiutato la Ferrari a crescere”

Formula 1: Massa lascia intendere che in Ferrari credono che anche Alonso abbia delle colpe per gli scarsi risultati

da , il

    F1 News, Massa: "Forse Alonso non ha aiutato la Ferrari a crescere"

    Il fatto che la Ferrari abbia perso quel Fernando Alonso ritenuto il pilota più forte all’interno del Circus in vista della difficile stagione 2015 di Formula 1 lascia ancora l’amaro in bocca ad alcuni. Altri sostengono che, liberata dalla zavorra spagnola, ora la scuderia italiana può davvero puntare ad una rinascita. Che questa seconda ipotesi non sia del tutto campata in aria lo conferma anche Felipe Massa. Il brasiliano, storico ferrarista, è stato massacrato nel confronto diretto in pista con Alonso ma non per questo pensa che tutto il bene del Cavallino Rampante sia passato dalle mani dell’asso di Oviedo.

    Secondo Felipe Massa potrebbero esserci delle responsabilità anche in Fernando Alonso se la Ferrari non è mai riuscita in questi anni a sfornare una monoposto competitiva nonostante fossero state assecondate tutte le richieste dello spagnolo:“La Ferrari non gli ha dato una macchina come lui la desiderava per cui era ovvio che se ne sarebbe andato ad un certo punto. Penso, però, che forse anche lui non ha aiutato la Ferrari a crescere…”, si legge su Autosport. Parallelamente, sempre secondo il pilota di San Paolo, l’arrivo di Sebastian Vettel può essere la mossa giusta:“E’ difficile prevedere se le cose andranno meglio anche perché Fernando è forse il pilota più forte sulla griglia ma credo che nel futuro possa arrivare qualcosa di buono. Alla Ferrari glielo auguro”.

    Briatore: “Alonso pronto all’addio da fine 2013″

    Fernando Alonso è un ex pilota Ferrari da almeno un anno. O quasi. Una volta capito che la Ferrari F14 T non era all’altezza dei migliori, ha sciolto ogni piccolo residuo dubbio ed ha iniziato a trattare con la McLaren. Questa notizia è nota da settimane ormai. A confermarla è stato Flavio Briatore che, nel corso di una recente intervista alla stampa italiana, ha spiegato come sono andate realmente le cose:C’era un accordo con Montezemolo che consentiva a Fernando di andarsene se la macchina del 2014 non fosse stata all’altezza. E così è stato. In Ferrari sono passati da avere un’aerodinamica poco competitiva ad un motore altrettanto scadente nonostante il team aveva investito molto nel nuovo personale tecnico. Forse non è stata presa la gente giusta”. Sempre secondo Briatore, in McLaren ci sono ora i presupposti per fare molto bene grazie anche alla presenza di un compagno di squadra morbido come l’ex paracarro Button:“Jenson è un bravo ragazzo e intelligente. Inoltre ha già lavorato con Fernando”. Stavolta il geometra di Cuneo si guarda bene dallo schernirlo. L’ultima volta che c’ha provato, Button ha vinto il titolo mondiale…