F1 News, Mercedes: “Hanno provato a farci perdere”

Wolff conferma che le nuove regole di F1 sono state scritte per creare problemi alla Mercedes ma senza successo

da , il

    F1 News, Mercedes: “Hanno provato a farci perdere”

    La Mercedes ha dominato la quarta stagione di fila in Formula 1. Ma il 2017 è stato un anno decisamente critico. A dichiararlo è Toto Wolff che spiega quanto sia stato difficile mantenere il primato nonostante una rivoluzione tecnica, a suo dire, creata con il preciso obiettivo di interrompere l’egemonia della casa di Stoccarda.

    “E’ stato progettato un cambio di regolamento in Formula 1 per impedire alla Mercedes di vincere - ha ammesso Wolff a motorsport.com – abbiamo conosciuto i dettagli del regolamento ad inizio 2016 ed è stato chiaro sin da subito che ci sarebbe stato un grosso cambiamento a livello tecnico che ci ha costretto a spendere tutte le nostre energie per raggiungere nuovamente gli obiettivi prefissati”.

    Mercedes: addio di Rosberg non ha pesato

    La Mercedes ha affrontato la nuova era della Formula 1 con una rivoluzione anche al proprio interno. Se n’è andato il direttore tecnico Paddy Lowe sostituito dall’ex Ferrari James Allison. Non solo: ha perso il pilota campione del mondo e pedina storica del team, Nico Rosberg. Sul tedesco, Wolff ha pochi rimpianti:“Con il senno di poi possiamo dire che la decisione di Nico di lasciare è stata un bene dato che si è poi creata un’ottima dinamica tra Bottas e Hamilton”.

    I buoni rapporti tra i due attuali piloti della Mercedes, però, potrebbero non durare ancora a lungo. Paradossalmente, il primo ad augurarselo è proprio il team principal austriaco:“Non credo vadano evitate a lungo le situazioni di stress, poiché noi non siamo in F1 per creare una famiglia ma un team competitivo e efficace. Quindi lo stress e la tensione fanno parte del mix che crea il successo. Ho visto un Valtteri migliorato nel finale di stagione e mi aspetto che si confermi anche l’anno prossimo”.

    Todt scende in difesa di Mercedes, Ferrari e Renault

    I cambiamenti regolamentari di inizio 2017 potrebbero essere solo l’inizio di una rivoluzione tecnica destinata a cambiare il volto della Formula 1. Liberty Media vuole creare una categoria più competitiva, con più case automobilistiche impegnate ma anche meno costosa e complessa. Questo significa semplificare le regole, prima su tutte quella dei motori. A tal proposito, la Ferrari ha manifestato aperto dissenso. Dello stesso avviso sono Mercedes e Renault che hanno già investito tante risorse. Jean Todt prende le loro difese:“Non è giusto sfavorire i costruttori già in F1 per attirarne di nuovi. Vanno rispettati gli investimenti fatti. I motori attuali sono complessi ma rappresentano la base su cui costruire quelli del futuro. Sono contrario a partire di nuovo da zero”, ha dichiarato il presidente della FIA.