F1 News, Mercedes vuole punire Lewis Hamilton dopo il GP Abu Dhabi

da , il

    F1 News, Mercedes vuole punire Lewis Hamilton dopo il GP Abu Dhabi

    Il mondiale di F1 2016 si è concluso con la doppietta della Mercedes nel GP Abu Dhabi e la vittoria del titolo mondiale piloti da parte di Nico Rosberg. Il finale di gara è stato ricco di adrenalina e spettacolo. Lewis Hamilton che rallenta, sperando in un attacco di Vettel e Verstappen a Rosberg, il muretto Mercedes furioso con l’inglese e tanti rifiuti agli ordini di scuderia da parte del pilota. Un finale inaspettato e per molti tifosi e addetti ai lavori considerato “anti-sportivo”. Alla fine Hamilton ha comunque vinto il Gran Premio e Rosberg ha completato la doppietta delle frecce d’argento aggiudicandosi anche il campionato. A fine GP Toto Wolff, team principal Mercedes, non ha avuto parole troppo dolci per Hamilton: “è stato anarchico ma in parte lo capisco”. Nei prossimi giorni l’ex campione del mondo potrebbe essere multato o addirittura sospeso dal proprio team.

    Pensare ad un’azione drastica da parte della Mercedes è abbastanza surreale. Difficilmente la scuderia tedesca sospenderà l’inglese col rischio di perdere il miglior pilota del lotto. Più probabile che Hamilton venga punito con una multa salata. L’accusa da parte della Mercedes è molto semplice: Lewis non ha ascoltato gli ordini di scuderia del muretto, rallentato volutamente il proprio ritmo in gara e messo a rischio la possibile doppietta delle frecce d’argento nel GP di Abu Dhabi. Toto Wolff a fine gara è stato chiaro in merito: “Hamilton ha indebolito il team non ascoltando le direttive e comportandosi da egoista e anarchico – ha tuonato il team principal della Mercedes – L’anarchia non è una soluzione che funziona nelle aziende”. Il dirigente tedesco ha cercato anche di capire lo stesso pilota inglese: “So che Lewis voleva vincere il mondiale e quella forse era l’unica possibilità per farlo. Lui è il più veloce e probabilmente il migliore di tutti i piloti della griglia. Il suo istinto lo ha portato a non ascoltare le direttive con la speranza di vincere il titolo. Tra qualche giorno, a mente fredda, decideremo come agire nei suoi confronti”. La Mercedes ora dovrà decidere cosa fare per non rischiare che succeda nuovamente in futuro. Le ipotesi formulate sui giornali sono state le più disparate. Dalla sospensione per tutto il 2017 alla rescissione anticipata del contratto. Alla fine si andrà quasi sicuramente nella direzione di una multa salata e sorrisi forzati. Motivo? La Mercedes sa che perdere un pilota del calibro di Hamilton sarebbe una gravissima perdita e un forte indebolimento in vista del prossimo campionato.