F1 News: Red Bull con Mercedes? Si può fare ma dal 2017

F1 News: Red Bull con Mercedes? Si può fare ma dal 2017

Toto Wolff non si tira indietro e vede come possibile la cosa soprattutto se la Renault deciderà di farsi un team in proprio ricomprando la Lotus di Enstone

    F1 News: Red Bull con Mercedes? Semmai dal 2017!

    Il possibile accordo tra Red Bull e Mercedes per la fornitura delle power unit da parte dei tedeschi agli austriaci è qualcosa di più che fantascienza. Da Milton Keynes fanno sapere che l’accordo con Renault, in scadenza nel 2016, sarà rispettato. Parallelamente da Stoccarda, Toto Wolff si mostra disponibile a trattare con i bibitari soprattutto nel caso in cui la Renault torni ad avere un team tutto suo con l’acquisto della Lotus. Smentita, invece, l’idea che sulle monoposto di Dietrich Mateschitz possa comparire il marchio Aston Martin.

    “Red Bull e Renault rispetteranno il contratto e le trattative con Aston Martin riguardano altri progetti - ha dichiarato Helmut Marko a Speed Week – Al Red Bull Ring si è parlato di Ferrari, ora tocca alla Mercedes per cui mi chiedo se in Ungheria sarà il turno della Honda…”, ha scherzato il consulente della Red Bull. Più serio è apparso, invece, Toto Wolff. Il capo del team Mercedes non ha escluso un possibile accordo con gli austriaci:Aston Martin non entrerà in F1 perché il nostro obiettivo è usare sempre il marchio Mercedes Benz e non cambieremo il nome dei nostri motori per questioni di marketing. Un mese fa avrei escluso una trattativa con Red Bull ma se la Renault dovesse comprarsi un suo team, allora le cose potrebbero cambiare. Ad oggi non ci sono stati contatti ma lascio la nostra porta aperta…

    Restando in tema di dichiarazioni e rumours più o meno attendibili, riportiamo la secca replica di Ron Dennis ad Eddie Jordan. L’irlandese aveva accusato il capo della McLaren di essere un inguaribile arrogante che, con il suo atteggiamento, aveva portato drammaticamente in basso il team di Woking. Raccolta la provocazione, Dennis gli ha risposto per le rime:“La Formula 1 è come una famiglia e qui è come un piccolo villaggio - ha dichiarato a Sky Sports UK – E, come in ogni villaggio, c’è sempre uno scemo. Direi che a lui questo ruolo calza a pennello“. Tra i due deve esserci qualche ruggine antica che proveremo ad approfondire. Parlando del presente, intanto, Ron Dennis vede la sfida di riportare la McLaren al vertice tutt’altro che impossibile:“Nel nostro DNA c’è la vittoria e lavoriamo con il solo obiettivo di vincere. La sfida è grande ma la macchina è buona. I progressi dal punto di vista aerodinamico e telaistico sono eccellenti per cui quando la Honda avrà risolto l’affidabilità, saremo a buon punto”. A proposito di Honda, il capo del team inglese crede ancora nelle capacità dei giapponesi:“Hanno investito risorse enormi e ci confrontiamo continuamente. Anche a loro brucia essere in questa situazione ma stanno usando la frustrazione per trovare nuove motivazioni. Crediamo, però, che la strada per la vittoria passi dall’avere un partner forte come è per noi la Honda per cui dobbiamo accettare anche di vivere una fase di sofferenza come questa”.

    643

    PIÙ POPOLARI