F1 News, Red Bull: voci (infondate) di un ritiro dalle gare

Formula 1: il capo della Red Bull, Dietrich Mateschitz, sta pensando al ritiro dalle gare? Questa l'indiscrezione che arriva dal paddock

da , il

    red bull mateschitz formula 1 ritiro

    Facciamola breve: se nel Circus la polemica per gli ordini di scuderia non rispettati da Sebastian Vettel ai danni di Mark Webber nel GP di Malesia sta scemando, in casa Red Bull sembra proprio che abbia lasciato un segno indelebile. Stavolta non stiamo parlando dei malumori dell’australiano bensì di quelli di qualcuno che sta ben più in alto di lui. Il primo, ma anche l’ultimo, a non aver ancora digerito la polpetta avvelenata servita in mondovisione – ad un pubblico di circa 1 miliardo di persone – è il megaboss-patron-supremo-fondatore-inventore del beverone energetico Dietrich Mateschitz! Per un’azienda che punta tutto sull’immagine e sulla lealtà sportiva, una figuraccia del genere può pesare. Secondo alcuni beninformati, il capo delle lattine volanti è talmente deluso da minacciare il ritiro dalla Formula 1.

    Marko smentisce: “Nessun ritiro”

    La vera notizia non è l’indiscrezione sparata dai tedeschi di Auto Motor und Sport – tutta da dimostrare – di una volontà di ritirarsi dalla Formula 1 da parte della Red Bull quanto, semmai, il fatto che i bibitari l’abbiano presa sul serio. Altrimenti, non si spiegherebbe come mai sull’argomento è intervenuto persino il braccio destro di Mateschitz. Il solito Helmut Marko ha dichiarato alla Bild:“Non ha senso. Non è successo niente di questo tipo”. Il talent scout della Red Bull ha ironicamente commentato anche la foto di Alonso e Webber a cena insieme:“E’ bello vedere che ci siano almeno due amici in F1″. Chi butta acqua sul fuoco è, per assurdo, il tester della Ferrari Pedro de la Rosa:“Non vedo il motivo per cui Webber dovrebbe lasciare un team competitivo. Non vedo neppure sabotaggi nei suoi confronti. E’ accaduto solo che Vettel non abbia rispettato un ordine di scuderia. Dopodiché l’errore di restare senza benzina in qualifica è qualcosa che è già successo in passato. Non vedo il problema”.

    Hankook vuole sostituire la Pirelli

    Ok, la Red Bull resta. Nessun dubbio al riguardo. Chi rischia di fare le valige dalla Formula 1 è la Pirelli. Il 2013 sarà l’ultimo anno dell’azienda italiana come fornitore unico. Dal 2014 la gara è nuovamente aperta ed i sudcoreani della Hankook si stanno interessando molto concretamente. Per queste ragioni, Paul Hembery chiede alla FIA di prendere una decisione in fretta:“Non può restare questa incertezza ancora a lungo”, ha dichiarato. Volontà del brand milanese è quella di proseguire ma se arrivasse qualcuno con un’offerta milgliore…

    Toyota imita Honda e punta al ritorno come motorista in F1

    La notizia avrebbe del clamoroso se fosse confermata. Secondo Gian Carlo Minardi, ci sarà un ritorno in Formula 1 della Toyota come fornitore di motori. La data potrebbe essere già quella del 2014. I giapponesi useranno il loro marchio top di gamma Lexus. Con questa mossa non farebbero altro che marcare a uomo i connazionali della Honda che pensano di intraprendere un percorso simile alleandosi con la McLaren. Per loro, però, la data scelta è più realistica: anno 2015.

    Fai il nostro quiz sul GP del Bahrain!

    Come ogni settimana noi di Derapate, inauguriamo il weekend con il quiz sulla gara in Bahrein. Sei sicuro di sapere tutto sul Gran Premio del ricco paese sul Golfo Persico? Allora mettiti alla prova! CLICCA QUI PER COMINCIARE IL QUIZ!