F1 News, Renault: attacco a Briatore 10 anni dopo…

Flavio Briatore accusato di aver preso decisioni sbagliate nel 2007 che la Renault sta pagando ancora ora in Formula 1

da , il

    F1 News, Renault: attacco a Briatore 10 anni dopo…

    Le difficoltà patite dal team Renault di Formula 1 nella nuova era delle power unit ibride ha un colpevole: Flavio Briatore! Il direttore di Renault Sport Racing, Cyril Abiteboul, ha citato uno dei suoi predecessori per spiegare come mai la squadra francese non abbia ancora sformato un motore all’altezza di Mercedes e Ferrari nonostante siano passate ormai quattro stagioni complete dall’entrata in vigore del nuovo regolamento:“Abbiamo una squadra a Viry-Châtillon che abbiamo dovuto ricostruire da zero. In Renault stiamo continuando a pagare la decisione di Briatore nel 2007 di licenziare oltre cento persone dato che in quel periodo fu congelato lo sviluppo delle power unit”,ha spiegato Abiteboul.

    Renault: Mercedes ha investito prima di noi

    “Mentre Briatore decideva che la Renault doveva disimpegnarsi – ha proseguito il manager francese – la Mercedes ampliava il proprio organico acquisendo anche le strutture della Ilmor e facendo un chiaro investimento nel futuro. I risultati ora sono sotto gli occhi di tutti. Sotto la mia gestione la Renault ha reclutato un centinaio di nuovi tecnici ma c’è bisogno di tempo affinché imparino nuovamente a lavorare assieme”, ha sottolineato il boss del team di Enstone che si appresta ora ad iniziare una nuova avventura anche con la McLaren.

    F1 2018: McLaren-Renault? Avrebbe preferito Mercedes ma non c’è stato tempo

    Il binomio McLaren Renault è una delle novità più interessanti della stagione di Formula 1 2018. Toto Wolff, amante delle rivelazioni, ha però ammesso che la scuderia inglese ha corteggiato la Mercedes prima di dover ripiegare sui motoristi francesi:“Volevamo dare i nostri motori ma le trattative sono andate troppo per le lunghe e non c’è più stato tempo. Avremmo dato una mano alla McLaren, perché fa parte della nostra cultura dello sport”.

    McLaren:”Noi non criticheremo Renault come fa la Red Bull”

    La McLaren, al di là delle lusinghe Mercedes, sembra contenta di aver lasciato la Honda per equipaggiare le proprie monoposto con power unit Renault. Tant’è che Zak Brown precisa subito che l’atteggiamento del suo team non sarà di critica come avvenuto, invece, da parte della Red Bull:“Abbiamo dimostrato il nostro stile non criticando mai pubblicamente la Honda nonostante tre anni molto difficili. Penso che la situazione sia stata gestita mediaticamente molto bene senza farci trasportare dalle emozioni. Se si guarda a chi collabora con la Renault, invece, abbiamo visto un altro tipo di comportamento. Vincono gare ma si criticano tramite le interviste in televisione. Noi, invece, le gare neppure le finivamo ma non siamo mai andati a criticare pubblicamente la Honda”.