F1 news: rimandato l’incontro tra i big per decidere il futuro della Formula 1

Formula 1: Slitta l'incontro per trovare nuove idee sulla F1

da , il

    Briatore Ecclestone F1 2014

    Non avrà luogo, almeno per ora, l’incontro di Londra tra i principali attori della Formula 1 e Bernie Ecclestone che aveva come ordine del giorno quello di studiare delle strategie per ridare successo e popolarità alla massima competizione motoristica internazionale. Secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, Mister E ha rimandato a data da destinarsi il meeting al quale, comunque, non ci sarà Flavio Briatore nel ruolo di mattatore. Casomai, il geometra di Cuneo avrà un compito marginale e di consulenza. Secondo le prime indiscrezioni, sarebbe stato rimandato, a fine estate e pochi giorni prima del GP d’Italia, probabilmente in quel di Maranello. I temi da affrontare per un rilancio della F1 sono molteplici e strizzano l’occhio al mondo dei giovani e dei nuovi media.

    La ricetta di Chris Horner

    Ieri vi abbiamo riportato le idee di Niki Lauda per salvare la F1 da morte certa. Oggi abbiamo la possibilità di ascoltare il team principal della Red Bull:”La F1 ha bisogno di piloti eroici e le ultime due gare ce lo hanno dimostrato – ha dichiarato Horner a Espnf1 – In Ungheria c’è stato un Alonso fantastico, un Hamilton in grande recupero ed un Ricciardo protagonista di un bellissimo sorpasso all’esterno. Questo è, in conclusione, ciò che vorrebbe sempre vedere la gente. I piloti dovrebbero essere lasciati più liberi mostrare la propria personalità”. Il capo del team battente bandiera austriaca è tornato anche sull’episodio degli ordini di scuderia non rispettati da Hamilton: ”Sono situazioni difficili da gestire. Da un lato ci sono gli interessi della scuderia e dall’altro quelli dei piloti. Personalmente sono d’accordo con quanto ha fatto Hamilton visto che è in battaglia con Rosberg per il titolo”.

    Anche Newey ha cambiato canale

    Non solo milioni di persone nel mondo stanno preferendo fare altro la domenica pomeriggio anziché sintonizzare la loro tv, magari a pagamento, sui canali che trasmettono i Gran Premio di F1. Anche il progettista più vincente degli ultimi 20 anni ha cambiato aria. Stiamo parlando di Adrian Newey. Il Genio ha prolungato il contratto con la Red Bull ma solo perché gli è stato consentito di dedicarsi ad altri progetti: ”Ho lasciato per varie ragioni – ha spiegato il tecnico inglese a Motor Sport – perché avevo bisogno di nuove sfide ma anche perché ero di fronte ad un regolamento troppo restrittivo. Si corre il pericolo di trasformare la F1 in una GP1 con vetture dal telaio pressoché identico tra loro. Se le colorassimo tutte di bianco, in pochi saprebbero riconoscerle. Il prossimo anno, inoltre, si perderanno anche le differenze tra i musetti e sarà tutto ancora peggio. E’ un vero suicidio per i direttori tecnici”.