F1 News: sondaggio, i tifosi vogliono sorpassi

La Formula 1 cerca nuovi spettatori e punta sui sorpassi e sullo spettacolo

da , il

    Notizie Formula 1, brevissime dal paddock. Come auspicato dalla FIA, si scatenano i sondaggi per scoprire cosa voglia effettivamente il pubblico dalla massima competizione motoristica mondiale. E questo vale tanto per la F1 reale quanto per quella dei giochi di simulazione. Tutto ciò, però, anche nel caso in cui faccia aumentare l’audience in televisione, lascia le tribune desolatamente vuote. Nel 2008, infatti, solo 4 circuiti hanno avuto il tutto esaurito.

    PIU’ SORPASSI. Un recente sondaggio organizzato dalla ING, main sponsor del team Renault F1, parla chiaro. Ciò che interessa più di tutti agli spettatori della Formula 1 è il sorpasso. Lo sostiene il 74% degli intervistati. Lo stesso campione, composto da 70mila persone, oltre a dirsi ottimista per il 2009, ha dichiarato nella misura del 28% di essere rimasto soddisfatto già di quanto visto nel 2008. A questi andrebbe ricordato che gran parte del merito dello spettacolo avuto nella stagiona appena conclusa è da attribuirsi alle tante gare disputate in condizioni di asfalto bagnato ma, fortunatamente, con le nuove regole, il passato dovrebbe essere stato messo oramai alle spalle. Concludiamo con un dato che ci inorgoglisce: il 93% degli intervistati ha dichiarato di aver cercato informazioni sulla Formula 1 in rete.

    GIOCO FORMULA 1. Con grande delusione molti appassionati di giochi di guida ed in particolare di Formula 1 hanno appreso la notizia che la Codemasters, il gruppo incaricato di realizzare il prossimo attesissimo gioco ufficiale della F1, ha rinunciato all’iniziativa di realizzare un blog nel quale dare anteprime e chiedere consigli agli utenti della rete. “Sono spiacente ma il blog non è stato approvato. La situazione potrebbe cambiare con l’arrivo del nuovo anno ma al momento non so dire altro” con queste parole uno dei responsabili del progetto ha comunicato il naufragio del progetto all’interno di un Forum specializzato. Secondo alcuni beninformati sarebbe stato il Gruppo che controlla la Formula 1 a bloccare l’uscita di anteprime. Secondo altri una banale mossa pubblicitaria per aumentare l’interesse attorno al gioco stesso.

    SPALTI DESERTI. Mentre aumenta il numero di persone che si siede sul divano per gustarsi la Formula 1 in Tv o si cimenta in giochi di guida su Console o PC, calano drasticamente gli introiti dei circuiti costantemente lontani dal tutto esaurito. Fanno eccezione solo il Canada (comunque escluso dal calendario 2009 per i troppi debiti), Singapore (la prima corsa di notte della storia), Silverstone ed Interlagos. Quest’ultimi hanno chiaramente giovato dell’effetto Hamilton prima e Massa poi. In tutti gli altri casi, al termine della gara, gli organizzatori hanno dovuto fare il conto dei tagliandi invenduti. I casi più eclatanti di spalti vuoti si sono avuti al Fuji, Shangai, Australia, Malaysia ed Istanbul. Sotto accusa è il costo dei biglietti che continua a salire vertiginosamente anche per colpa delle pretese di Bernie Ecclestone. E chi non le accetta, è fuori: si veda a tal proposito il vecchio caso Indianapolis o il recente Silverstone che, pur rappresentando la storia di questo sport, dal 2010 sarà rimpiazzato con Donington.