F1 news, team Toyota: “Nel 2008 scappammo da Interlagos con le maglie del Brasile”

F1 news, team Toyota: “Nel 2008 scappammo da Interlagos con le maglie del Brasile”
    F1 news, team Toyota: “Nel 2008 scappammo da Interlagos con le maglie del Brasile”

    Tra pochi giorni si correrà il GP Brasile F1 2016. Ad Interlagos sarà nuovamente scontro al vertice tra il leader della classifica Nico Rosberg e l’inseguitore Lewis Hamilton. Quest’ultimo, sulla pista brasiliana, conquistò nel 2008 il titolo mondiale ai danni di uno sfortunato Felipe Massa. Il brasiliano vinse il Gran Premio e sotto la bandiera a scacchi fu virtualmente campione del mondo. Tutto andò in frantumi qualche minuto più tardi quando Hamilton sorpassò agevolmente la Toyota di Timo Glock. Ora, ad otto anni da quell’imprevedibile finale di stagione, è tornato a parlare dell’accaduto Dieter Gass, capo-ingegnere Toyota nella F1 2008.

    “Noi di Toyota non volevamo favorire Hamilton nè togliere il titolo mondiale a Massa come è stato detto in seguito – ha analizzato l’ex capo ingegnere e attuale responsabile Audi nel campionato DTM – Stavamo facendo la nostra gara, avevamo deciso di non montare gli pneumatici da bagnato per provare ad aver un vantaggio sulla concorrenza. Prima della sosta degli altri team noi eravamo con entrambi i piloti fuori dai primi 10, poi con questo azzardo abbiamo chiuso con due monoposto nella zona-punti. Noi abbiamo fatto il nostro GP, Timo Glock è stato superato goffamente da Hamilton ma l’auto non stava più in pista“. L’attuale responsabile Audi ha poi svelato un retroscena incredibile del dopo-gara: “Per com’era andato il Gran Premio eravamo contenti nel box. Entrambe le monoposto in zona punti era un bel risultato per il nostro team. Poi però, visto quello che era successo a Massa e con l’atmosfera molto surriscaldata, avevamo paura che ci sarebbero state delle ripercussioni nei nostri confronti visto che i tifosi brasiliani sembravano molto adirati per l’accaduto.

    Quando siamo usciti dall’autodromo abbiamo deciso di non mostrare la nostra divisa ufficiale e abbiamo comprato delle magliette del Brasile. Con queste t-shirt abbiamo evitato che qualche tifoso ci aggredisse. Probabilmente non ci sarebbe successo nulla, ma abbiamo voluto evitare problemi”. Per Felipe Massa quello fu l’apice della carriera e il sogno iridato sfumò incredibilmente ad una manciata di metri dal traguardo. Domenica il brasiliano correrà il suo ultimo GP del Brasile in F1 e proverà a battagliare per il podio per salutare i suoi tanti fans.

    403

     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI