F1 News, Vettel: “Ferrari mia passione segreta”. E su Alonso: “Mi odia, non so perché”

Formula 1: Vettel si gode la prima bella stagione con la Ferrari ribadendo che per lui è stato un sogno divenuto realtà. Anche con questa schiettezza ha fatto dimenticare in fretta Alonso ai tifosi della Rossa. Quell'Alonso che ora lo odia... almeno così pare.

da , il

    Sebastian Vettel chiude la stagione 2015 di Formula 1 rilasciando un’intervista a Sky Sport F1 nella quale ribadisce un concetto fondamentale, grazie al quale è riuscito a trovare immediatamente sintonia con tutto il popolo della Ferrari: il suo amore per il Cavallino Rampante. A pensarci bene, infatti, è stato un mezzo miracolo che un rivale come lui, capace di regalare vagonate di delusioni per quattro lunghissimi anni, sia riuscito in pochissimi istanti a ribaltare la prospettiva ed a farsi ben volere da tutti: dall’ultimo dei tifosi al presidente Marchionne passando per tutti i tecnici ed i meccanici che lavorano a Maranello. Dalla sua il 4 volte iridato ha avuto il cuore. Ed al cuor non si comanda. Si sa.

    Vettel :”Arrivato in Ferrari al momento giusto”

    “Per me la Ferrari è sempre stata una passione segreta ed ho sempre avuto chiaro in testa che sarebbe stato il team con il quale avrei voluto correre - ha ammesso Sebastian Vettelpenso che la cosa sia arrivata al momento giusto dato che la Ferrari voleva ripartire da zero ed ha cambiato molte cose al suo interno per ritrovare la strada vincente. Per questo ho deciso di firmare e, ovviamente, dopo una grande stagione come questa non ho rimpianti”. La prima stagione è stata buona solo perché la Rossa si era data obiettivi poco ambiziosi. Ci sarà poco da festeggiare se anche nel 2016 dovesse arrivare la misera di 3 vittorie. Vettel lo sa bene. Sarà interessante scoprire se il suo atteggiamento positivo ed i tanti sorrisi all’interno del box resteranno tali anche nei momenti più difficili. Il bello di questo ragazzo, però, è che sembra in grado di trasformare in vincente qualsiasi esperienza. Chiamatela fortuna. Chiamatelo tempismo. Chiamatelo talento. Fate voi.

    Vettel :”Alonso mi odia, non so perché”

    Se Vettel ha una “fortuna” tutta sua di trovarsi sempre nel team giusto al momento giusto, un altro tra i campioni più forti della storia della F1 vive la sindrome opposta. Mai, se non in parte nel 2005 e nel 2006, Fernando Alonso ha guidato la macchina più forte del lotto. Quest’anno, poi, lo spagnolo ha toccato il fondo. Ha lasciato Maranello sbattendo la porta salvo poi ritrovarsi dalla padella alla brace. Sarà per questo che il suo nervosismo sale quando vede Rosso? Quando vede Vettel, a suo dire uno dei campioni più sopravvalutati della F1? “Deve davvero odiarmi, non so quale sia il suo problema con me…”, è stato l’ultimo commento via radio di Sebastian Vettel su Alonso durante il GP di Abu Dhabi quando lo spagnolo ha fatto di tutto per rendere il suo doppiaggio difficile al tedesco della Ferrari.