F1 News: Vettel non nega interesse per l’offerta McLaren-Honda

Formula 1: Sebastian Vettel, secondo i rumours di Monza, sembra interessato all'offerta della McLaren-Honda che è in cerca di un top driver

da , il

    F1 News: Vettel non nega interesse per l'offerta McLaren-Honda

    La parte interessante di questa storia è che abbiamo un team di Formula 1, McLaren-Honda, intenzionato a fare le cose in grande. A tutti i costi. I giapponesi negano che il loto motore sia indietro rispetto al Mercedes e promettono già di essere al top nella stagione di debutto. Vale a dire la prossima. Quella 2015. Con queste credenziali hanno bussato alla porta di Fernando Alonso per convincerlo ed hanno sondato invano il terreno anche con Lewis Hamilton. La terza scelta, anche se brutto a dirsi, si chiama Sebastian Vettel. Il tedesco ha più anni di carriera davanti e la pancia piena. Inoltre, sta soffrendo per la prima volta in carriera la concorrenza interna di quel Daniel Ricciardo lì. Perché, allora, non approfittarne per cambiare aria e tornare ad essere il leader incontrastato del box all’interno di una realtà che ha tutte le carte in regola per essere ipercompetitiva? Devono essere questi i ragionamenti che frullano nella testa del pilota Red Bull

    Nel paddock di Monza, questo è uno degli argomenti che più tiene banco. Vettel accetterà la proposta della McLaren-Honda? Il collegamento tra il tedesco ed il team anglo-giapponese potrebbe essere il braccio destro di Adrian Newey, ex capo aerodinamico della Red Bull, Peter Prodromou, che ha lasciato recentemente Milton Keynes per approdare proprio a Woking.

    “Confido che vinceremo delle gare. Il nostro obiettivo è far crescere la consapevolezza del nostro marchio a livello globale. Siamo in linea con i nostri piani - ha spiegato nei giorni scorsi il capo del motorsport Honda Arai “In F1 non abbiamo mai vinto come costruttori, perché la nostra specialità è il motore. La McLaren, invece, è una grande scuderia. L’accoppiata di questi due talenti sarà vincente e la Mercedes ha dimostrato che è nell’equilibrio tra telaio e motore che si trova il successo”.

    Difficile strappare un commento a Sebastian Vettel in merito alla sua eventuale intenzione di lasciare la Red Bull già alla fine di questa stagione e con un anno d’anticipo rispetto alla scadenza naturale del contratto. Eppure qualcosa è uscito. Pressato dai giornalisti presenti a Monza, il tedesco ha dichiarato sibillino:“Penso di avere diverse sfide davanti a me. Mi trovo bene dove sono ma penso che non si possa mai dire dove mi porterà il futuro…”. Il pilota tedesco ha commentato anche l’annuncio che il suo storico ingegnere di pista Guillaume Rocquelin non sarà più al suo fianco nel 2015 minimizzando che si tratti di un indizio del suo addio alla Red Bull:“È normale che le persone cambino i loro ruoli. Lo ha fatto Adrian Newey che resta anche per il futuro un componente importante del team così come Rocky. Non se ne andrà e beneficeremo ancora del suo lavoro anche se con altri incarichi. Non è un male che cambino le persone che ti circondano anche per avere nuovi stimoli”, ha concluso.