F1 News, Vettel: “Verstappen ci darà presto fastidio”

Formula 1: Anche Vettel commenta le gesta del giovane Max Verstappen ammettendo che l'olandese della Toro Rosso ha tutte le carte in regola per raccogliere vittorie e titoli mondiali a ripetizione...

da , il

    C’è una teoria, della quale sono fermamente convinto, secondo la quale i grandi campioni si riconoscono a naso. Si intercettano dall’odore. Ricordo quando in Formula 1 arrivò un giovanissimo Michael Schumacher. Su di lui Senna disse:”Ha un ottimo potenziale ma deve essere meno aggressivo”. Poi fu il turno di Alonso e… Schumi si lanciò in un commento del tipo:”Ha un ottimo potenziale ma deve tenere stare più calmo”. Indovinate: cosa sparò lo spagnolo una volta entrato in contatto con Hamilton? La storia si ripete. Sempre uguale a sé stessa. Stavolta è Sebastian Vettel a commentare le gesta di un altro predestinato che risponde al nome di Max Verstappen. Seguite con noi LIVE in diretta il GP di Abu Dhabi F1 2015.

    Vettel: “Ottimo potenziale, ma troppo aggressivo”

    “Max è un pilota da tenere d’occhio anche perché la sua giovane età gli permetterà di correre ancora per molti anni. E’ stata una sorpresa e, anche se si è mostrato forse troppo aggressivo, ha potuto chiudere già due gare in quarta posizione”, ha dichiarato Sebastian Vettel su F1.com parafrasando la già nota versione da “ottimo potenziale, ma…”. “Penso proprio che darà molte preoccupazioni a tutti, anche a noi piloti più esperti”, ha concluso il tedesco della Ferrari. Il 4 volte iridato ha anche belle parole per Carlos Sainz:“Lo conosco molto meglio di Max perché abbiamo lavorato assieme quando ero in Red Bull. Lui si occupava del simulatore svolgendo un gran lavoro. Si è saputo mettere in mostra e sono contento di averlo visto raccogliere buoni risultati”.

    Vestappen: “Con un motore Mercedes sarei già salito sul podio”

    Quest’anno la Toro Rosso ha sfornato un’ottima macchina. Il talento di Max Verstappen ha fatto il resto. Cosa è mancato per fare ancora meglio? Un gran motore sotto al sedere. A pensarlo è anche il pilota neo 18enne:“Se avessimo avuto un motore Mercedes non credo che avremmo vinto ma sicuramente avremmo lottato per qualche podio. In ogni caso non posso certo lamentarmi per come è andata la mia prima stagione – ha dichiarato Verstappen ad AS – Sono andato vicino al podio ed ho sempre approfittato bene di ogni opportunità. Se avessi guidato per la Mercedes, credo che sarei potuto persino giocarmi delle chance per il titolo mondiale. Ci proverò non appena possibile. Non appena la Red Bull avrà un motore in grado di farci fare un salto di qualità”. Il ragazzo guarda avanti. Solo. Pensa in grande. E basta. Così sono fatti i campioni.