F1 News, Wurz:”La crisi è colpa delle Pay Tv”

F1 News, Wurz:”La crisi è colpa delle Pay Tv”
da in Formula 1 2017, News F1, Piloti F1 2017
Ultimo aggiornamento: Domenica 03/04/2016 16:06

    F1 News, Wurz:"La crisi è colpa delle Pay Tv"

    Il parere è personale. Ma a parlare è il presidente della GPDA Alex Wurz. Il primo referente dell’associazione dei piloti di Formula 1 non sembra avere tutti i torti. Se si vuole spiegare come mai il Circus abbia perso telespettatori negli ultimi anni, la ragione è che le Tv a pagamento hanno tagliato fuori una fetta consistente di pubblico potenziale. Il conto è drammatico in questo senso e le prospettive future sono pessime: basti ricordare che in Gran Bretagna e Spagna ormai non trasmettono in chiaro neppure le repliche dei Gran Premi. Per seguire insieme a noi LIVE in diretta la gara del GP Bahrain F1 2016, BASTA CLICCARE QUI!

    “Il modello economico che è stato seguito negli ultimi anni ha portato la vendita dei diritti televisivi alle emittenti private a pagamento e, nonostante i guadagni siano in crescita, gli ascolti sono scesi - ha spiegato Alex WurzNegli Stati in cui la Formula 1 è rimasta in chiaro, invece, l’audience è rimasto invariato se non addirittura cresciuto”. Il capo dell’associazione dei piloti se la prende anche con Ecclestone per l’approccio troppo poco contemporaneo:“Le tecnologie vanno avanti continuamente e questo ha cambiato anche il modo in cui è possibile arrivare agli appassionati. L’attuale sistema che va ammodernato, perché le persone non si accontentano di stare semplicemente ferme davanti alla Tv”, ha concluso l’austriaco.

    E’ da oltre trent’anni che Bernie Ecclestone muove i fili della Formula 1. Ora è arrivato davvero sul punto di farsi da parte. Intervistato dal The Mail on Sunday, ha rivelato che la CVC - società che detiene i diritti della F1 – ha fissato il proprio prezzo durante le trattative con due potenziali acquirenti. Si parla di un 35% di capitale in vendita che, finendo nelle mani giuste, potrebbe contribuire ad un importante cambio di rotta nelle scelte economiche. “Credo che la CVC andrà verso la vendita. Ci sono dei soggetti interessati e con due di loro abbiamo già stabilito il costo dell’operazione”, ha ammesso Mr. E. Nell’ottica di chi vede la massima categoria motoristica come un format dal contenuto prettamente spettacolare anziché puramente sportivo, uno degli argomenti “caldi” per il nuovo management potrebbe essere proprio quello degli accordi con le televisioni a pagamento. Da una parte gli introiti versati sono sicuramente di tutto rispetto. Dall’altra, però, tutti gli sponsor non hanno interesse ad investire in un prodotto di nicchia per pochi fortunati bensì in qualcosa che entri facilmente in tutte le case, tutte le domeniche. O quasi.

    565

    PIÙ POPOLARI