F1, Nick Heidfeld: a Suzuka cerca il riscatto

da , il

    heidfeld

    Nick Heidfeld si prepara alla sua seconda gara dell’anno, il gran premio del Giappone, dove il pilota tedesco, neo arrivato alla scuderia Sauber, si augura di arrivare al traguardo, dopo aver dovuto abbandonare la pista nell’appuntamento di Singapore in seguito a un contatto con la Mercedes GP di Michael Schumacher. E in quella che sarà la gara di casa per il suo compagno di squadra Kamui Kobayashi, Heidfeld non vede l’ora di correre, anche perché il tempo a sua disposizione è davvero poco, essendoci ancora solamente quattro tappe a disposizione prima della fine del mondiale 2010 di F1.

    SAUBER F1. Terzo pilota alla Mercedes GP, dopo che il suo connazionale e sette volte campione del mondo Michael Schumacher gli ha soffiato il posto accanto a Rosberg per la stagione 2010, e ormai ex collaudatore ufficiale per gli pneumatici Pirelli, Heidfeld è arrivato alla Sauber poche settimane prima del gran premio di Singapore, per sostituire lo spagnolo de la Rosa nelle ultime gare in programma. Il debutto con il team svizzero non è stato però dei migliori, visto che la sua gara si è interrotta dopo 35 giri. Per questo ora il pilota tedesco si augura che il tempo trascorso al volante della C29 gli permetta di dare prova delle sue capacità nel prossimo weekend a Suzuka.

    NICK HEIDFELD. “Non vedo l’ora di scendere in pista”, ha dichiarato il driver della Sauber. “Il circuito giapponese è il mio preferito in tutto il calendario della Formula1 e, ora che ho rotto il ghiaccio con la prima gara a Singapore, mi sento di conoscere meglio la vettura e questo dovrebbe aiutarmi. Inoltre io adoro questo Paese: il cibo, la cultura e in particolare il pubblico che è sempre molto caloroso. Il tracciato di Suzuka è piacevolmente scorrevole e possiede caratteristiche molto varie. Le “esse” nel primo settore mi piacciono molto e se riesci a prenderle nel modo giusto è anche molto divertente”.

    GP GIAPPONE F1. E Suzuka sarà il gran premio di casa per l’altro pilota ufficiale della Sauber, Kamui Kobayashi, per questo la squadra di Hinwil si augura di poter dare al suo pubblico una buona ragione per esultare. “Ho dei ricordi bellissimi di questa gara”, ha proseguito Heidfeld, “e sono certo che io e Kamui troveremo un forte supporto da parte dei tifosi giapponesi. Questo circuito è tra quelli ad alta velocità con diverse curve veloci e improvvisi cambi di direzione: abbastanza tecnico e per i piloti e gli ingegneri è un’ottima occasione di sfida. Mi auguro che la nostra macchina si adatti meglio rispetto alle ultime gare, anche se non si può mai sapere finché non si scende in pista. Porteremo gli stessi aggiornamenti già provati a Singapore e faremo del lavoro aggiuntivo per migliorare ulteriormente. Inoltre ci saranno alcuni componenti nuovi da testare nella giornata di venerdì”.