F1: perché la Ferrari copia e non inventa

Formula 1 2011: oggi rispondiamo ad una domanda

da , il

    ferrari aldo costa f1 2011

    La Ferrari non inventa una soluzione inedita da tempo. Effettivamente non è nella condizione per farlo. Quando si è obbligati a vincere e ad inseguire i rivali da almeno un paio d’anni come lo è Aldo Costa, direttore tecnico del Cavallino, diventa praticamente impossibile inventarsi soluzione tecniche inedite. Chi può farlo, invece? Chi è davanti a tutti, vedi Red Bull con la sua finta ala flessibile anteriore edi suoi flussi al posteriore. Oppure chi è molto indietro e può tentare un azzardo, vedi Lotus Renault ed il suo complesso sistema di scarichi.

    FERRARI F1 2011. Se si ha l’obbligo di vincere e ci si prendono dei rischi tecnici si può fare la fine della McLaren. Fortunatamente i tecnici di Woking hanno capito di dover fare dei passi indietro ed hanno riacciuffato all’ultimo momento utile la strada per la competitività. Immaginate cosa sarebbe successo in Italia se la Ferrari si fosse presentata con una monoposto iper-rivoluzionaria ed avesse trascorso un intero inverno rompendosi spesso e beccando due secondi al giro dai migliori… Questa premessa la ritengo doverosa per rispondere alla domanda che spesso mi sento fare: come mai la Ferrari non inventa più nulla a livello tecnico e deve sempre copiare le invenzioni degli altri?

    ALDO COSTA. Copiare, appunto. Il direttore tecnico Aldo Costa ha raccontato ai giornalisti incontrati a Sepang che ci sono in cantiere diverse idee per far crescere le prestazioni della Ferrari 150° Italia:“Stiamo analizzando in modo approfondito le ali anteriori e presto ne avremo una. Non siamo dove pensavamo di essere questo inverno: ci manca prestazione”. Secondo il tecnico italiano, alcune novità portate sulla macchina nell’ultimo test invernale, quelle relativa all’ala anteriore, non hanno dato il risultato atteso:“Ci siamo ritrovati a Melbourne con un deficit di prestazione inatteso. Non siamo migliorati come volevamo. Come ne usciamo fuori? Se fosse facile lo avremmo già fatto ma non sappiamo ancora dove sia il problema. Ci stiamo lavorando ma si tratta di una valutazione complessa. A Maranello abbiamo tante persone di talento e sono molto incaz…. per questa situazione e sono sicuro che c’è tanta voglia di reagire.” Come già anticipato, la Ferrari porterà qualcosa di nuovo già in Cina per fare altrettanto in tutti i Gran Premi che seguiranno.