F1, Pirelli: in Brasile con 2 nuovi tipi di pneumatici

Formula 1: la Pirelli spiega le nuove mescole di pneumatici che saranno portate al Gran Premio del Brasile, ultimo appuntamento del mondiale 2011

da , il

    pirelli pneumatici gp brasile f1 2011

    La Pirelli non è sazia. Anche per l’ultimo Gran Premio della stagione 2011, quello del Brasile, porta in pista due nuove mescole di pneumatici. Una sperimentale che sarà a disposizione dei team durante le prove libere. Una già testata in precedenza che, invece, sarà utilizzata in qualifiche e gara. Per le scuderie che si presentano ad Interlagos con l’obiettivo di dare spettacolo e raccogliere dati utili per la stagione 2012, ci sarà un’incognita in più.

    PIRELLI F1. Nelle prove libere del venerdì i team avranno a disposizione due set aggiuntivi caratterizzati da una mescola “hard” sperimentale. Si tratta di una gomma più morbida dell’attuale che sarà provata in ottica 2012. La scelta ufficiale per qualifiche e gara, invece, è ricaduta su pneumatici P Zero Yellow soft e P Zero White medium. Anche nel caso delle appena citate gomme morbide caratterizzata dal colore giallo del logo sulla spalla i piloti avranno a che fare con qualcosa di nuovo, provato solo una settimana fa nel test per giovani piloti di Abu Dhabi e durante l’estate nelle libere del Gran Premio di Germania. Vista la variabilità del clima, ricordano dalla sede dell’azienda milanese, sarà probabile vedere all’opera anche le gomme P Zero Orange rain e P Zero blue intermediate.

    PAUL HEMBERY. “Sarà estremamente interessante raccogliere le impressioni dei piloti sui nuovi pneumatici hard e soft che proveremo in Brasile – ha dichiarato il direttore Pirelli Motorsport - Nel test dei giovani piloti abbiamo già accumulato moltissime informazioni sulla nuova mescola soft, quindi sarà utile mettere a confronto quei dati con quelli reali in gara”. Hembery ha tenuto a precisare che i nomi, in ottica 2012, potrebbero confondere le idee a qualcuno:“La mescola che adesso chiamiamo ‘soft’, il prossimo anno potrebbe essere la media, ed è proprio su questo che si concentrano i test. In generale, il prossimo anno gli pneumatici saranno meno conservativi, dato che la seconda parte della stagione ha dimostrato l’ottima comprensione dei nostri prodotti da parte dei Team, permettendoci di fare delle scelte piuttosto aggressive”