F1, Prost: Vettel sarà un campione al mio livello

da , il

    prost

    Sebastian Vettel come Alain Prost. Dopo gli elogi e le rosee previsioni di Mario Theissen, scopritore del giovane talento di Heppenheim, ora anche l’ex iridato riconosce l’enorme potenziale del pilota della Red Bull, che poco più di due settimane fa si è laureato campione del mondo 2010 nella gara di fine stagione ad Abu Dhabi, lasciando a bocca asciutta avversari ben più esperti di lui. Secondo Alain Prost, il giovane Vettel potrà infatti facilmente eguagliare il numero di titoli iridati conquistati dal pilota francese nel corso della sua militanza in Formula1, anche grazie a un approccio più calmo ora che si è guadagnato il suo primo titolo iridato a soli 23 anni.

    SEBASTIAN VETTEL. Sebastian Vettel come Prost. Secondo l’ex campione del mondo, rivale storico di Ayrton Senna e quattro volte iridato nei suoi tredici anni di carriera in Formula1, il più giovane campione del mondo nella storia del Circus potrebbe eguagliare i successi del pilota francese. Per Vettel il 2010 non è stato un anno facile: gli errori (non pochi per la verità) commessi, unitamente ai problemi meccanici sofferti in diverse gare, di certo non lasciavano presupporre un finale di stagione da campione del mondo, eppure Vettel non ha mai perso la concentrazione e, in barba ai campioni suoi rivali, si è portato a casa un titolo che quest’anno faceva gola a molti.

    ALAIN PROST. “Penso che Vettel potrà arrivare a vincere quanto me in Formula1, e anche di più”, ha dichiarato l’ex campione del mondo. “Quest’anno è stato semplicemente eccezionale e ora che ha vinto il suo primo titolo iridato sono convinto che vedrà le cose in modo diverso e riuscirà ad essere molto più concentrato e tranquillo in futuro. Sono certo che sarà ancora più forte da qui in avanti”.

    MICHAEL SCHUMACHER. E concluse le fatiche mondiali, Vettel è tornato in pista questo weekend accanto al suo connazionale Michael Schumacher, per rappresentare la Germania nella Race of Champions, mentre il pilota francese ha fatto coppia con il campione di rally Sebastian Loeb. E se Prost è sicuro del futuro costellato di successi che attende il giovane pilota della Red Bull, il pilota francese è altrettanto convinto che il suo ex collega e pluricampione Schumacher non macchierà la propria reputazione nonostante il disastroso ritorno in Formula1. “Non mi aspettavo che tornasse a vincere”, ha ammesso Prost. “So quanto sia difficile tornare a correre dopo tre anni di stop. Quello che ha fatto è già di per sé eccezionale; laurearsi nuovamente campione del mondo era praticamente impossibile, anche perché team e vettura non erano allo stesso livello di Red Bull, McLaren e Ferrari. Aspettiamo e vediamo cosa accadrà il prossimo anno, anche se la sfida è davvero dura. Ma fa parte della vita: a volte c’è bisogno di mettersi alla prova in imprese che sembrano impossibili. Quello che ha fatto Michael comunque, non avrebbe potuto farlo nessun altro”.