F1, Raikkonen in video: ho voluto la Lotus

Formula 1: Kimi Raikkonen parla del suo arrivo in Lotus spiegando di aver fortemente voluto il ritorno nel Circus

da , il

    Kimi Raikkonen esce allo scoperto e dichiara:“La passione per la Formula 1 non mi è mai passata. Due anni nel Rally mi hanno fatto capire che voglio ancora starci” Il campione del mondo 2007 ha spiegato che le sue opzioni erano due: Lotus e Williams. “Alla fine tutto è andato come volevo e sono contento di essere arrivato alla Lotus”. Entusiasmo alle stelle per i tifosi di Iceman. Gli unici dubbi sono legati alla monoposto made in Enstone. Sarà all’altezza del suo talento? Cosa potrà fare nei due anni di contratto per farla crescere?

    KIMI RAIKKONEN. Non si era annoiato della Formula 1. Ma di tutto quello che girava attorno al ruolo di pilota. Anche per questo nel 2010 rifiutò l’offerta della McLaren. A quest’ora sarebbe stato al posto di Jenson Button. La vita nel rally, però, lo ha stufato in fretta. I maligni credono che molto sia dipeso dagli scarsi risultati. Kimi Raikkonen ha un’altra versione da raccontare:“Ho messo la firma sul contratto perché penso di potermi divertire ancora. Altrimenti non l’avrei fatto. Non ho mai perso la passione per la F1. Nel rally mi mancava il corpo a corpo perché lì si corre solo contro il tempo”.

    LOTUS RENAULT. Eric Boullier lo aveva cercato anche un anno fa. L’accordo non ci fu e il manager di Raikkonen finì per accusare il team Lotus di aver usato il nome dell’ex pilota Ferrari al solo fine di farsi pubblicità gratuita. Ora le cose sono diverse. Raikkonen è davvero un pilota nero-oro. “Strategicamente è ottimo avere un grande nome con noi. Se lui ha firmato vuole dire che è convinto del nostro potenziale - ha spiegato Boullier - ci saranno altre cose interessanti che nei prossimi mesi saranno rivelate. Non dimenticate che il nostro team è molto giovane”. La scuderia di Enstone pensa in grande. Questo colpo di mercato dà qualche incertezza in più al partito degli scettici.