F1, Raikkonen: spunta di nuovo l’idea Lotus

Formula 1: tra il ritorno di Kimi Raikkonen in F1 e la Williams spunta l'interesse della Lotus Renault che potrebbe chiamarlo al posto di Robert Kubica il quale vorrebbe onorare il pre-contratto firmato con la Ferrari prima dell'incidente

da , il

    kimi raikkonen formula 1 lotus renault

    Un anno fa ci fu qualche contatto tra Kimi Raikkonen a la Lotus Renault. Poi non se ne fece nulla ed il pilota finlandese accusò la dirigenza di Enstone di aver sfruttato la sua immagine solo per farsi pubblicità. Ora, mentre il manager del campione del mondo 2007 conferma le trattativa per il ritorno in Formula 1 con la Williams, il team principal Lotus Eric Boullier ricalca la stessa strategia di dodici mesi prima millantando l’arrivo di Raikkonen come sostituto di Kubica qualora il polacco non fosse pronto per l’inizio di stagione 2012.

    KIMI RAIKKONEN. Proviamo a fare chiarezza. Kimi Raikkonen vuole tornare in Formula 1. E’ in trattative avanzatissime con la Williams. L’annuncio ufficiale potrebbe arrivare a giorni. C’è di più: secondo la stampa inglese, l’ex pilota Ferrari vorrebbe addirittura acquistare delle quote del team. Un impegno di questo genere va in controtendenza con quanto dichiarato da Eric Boullier della Lotus Renault:“Stiamo avendo dei contatti con un grosso nome. Ho recentemente parlato anche con il manager di Kimi Raikkonen”, ha assicurato mostrando il numero della chiamata sul suo telefonino. Come andrà a finire?

    ROBERT KUBICA. Sarà probabilmente il destino di Robert Kubica a chiarire le idee di Boullier che, al momento, tratta si più fronti. Detto dell’ipotesi Raikkonen tutta ancora da dimostrare, citiamo Grosjean e Senna sempre lì in attesa di una chiamata. La loro posizione si è fatta più forte dopo le recenti critiche di Petrov nei confronti del team. Il russo ha azzardato troppo. Si è dato la zappa sui piedi. Ma i suoi soldi lo salveranno. Probabilmente. Quanto a Kubica, non è escluso che il suo ritorno tardi oltremisura. Non è escluso che il suo primo test in Formula 1 lo faccia al volante di una Ferrari. Non è escluso, tutt’altro, che se il test darà esito positivo sarà lui il successore di Felipe Massa. Questi, come è noto, erano piani fino a prima dell’incidente. Erano i piani che portarono Stefano Domenicali ed il driver di Cracovia a mettere le proprie firme su un pre-contratto… tutt’ora valido.