F1, Red Bull diventa factory-team Renault, Lotus verso Cosworth?

Formula 1: la Renault si accorda con la Red Bull per un nuovo factory team che mette in disparte la Lotus e fa pensare a nuovi cambi di fornitura di motori

da , il

    red bull renault f1 factory team

    La Renault sarà sempre più in Red Bull e sempre meno nel team Lotus di Enstone, quello che fino allo scorso anno apparteneva alla casa francese. I bibitari hanno dichiarato tramite Christian Horner che, in virtù del rinnovo contrattuale per la fornitura dei motori (altri cinque anni), sono loro ormai il factory team della Renault. In conseguenza di ciò, Eric Boullier ed il team Lotus stanno pensando di guardare altrove stipulando un accordo con la Cosworth.

    RED BULL. La Lotus Renault non sarà più la squadra “ufficiale” della Renault. Lo sarà la Red Bull. Visti i risultati, viene facile capirne i motivi. Dal quartier generale di Milton Keynes, Chris Horner ha dichiarato:“La partnership con la Renault è molto importante perché garantisce stabilità. Inoltre, ci fa diventare a tutti gli effetti il factory team di Renault Sport. I nostri tecnici lavoreranno a stretto contatto con i loro colleghi che si occupano dei motori”. Il prolungamento del contratto oltre il 2014 garantisce sul prosieguo a lungo termine della presenza di Renault in Formula 1. Fatto non scontato. Nella corsa alla costruzione dei V6 turbo di nuova generazione ci saranno anche loro.

    LOTUS F1. La Renault sposta il proprio baricentro verso la Red Bull. Nel frattempo stipula un accordo di fornitura anche con la Williams e lascia sempre più in disparte la struttura di Enstone, quella a cui, fino allo scorso anno, dava il proprio nome. Di fronte a questa particolare circostanza, il boss della scuderia Eric Boullier starebbe pensando di separarsi definitivamente dai francesi per accordarsi con la Cosworth. “E’ doveroso avere sempre un piano B e un piano C – ha affermato – quindi confermo che abbiamo avuto dei contatti con Cosworth, perché loro hanno perso dei clienti e credo si stiano rivolgendo a tutti in pitlane”. Detto ciò, Boullier ha anche precisato che il rapporto con Renault al momento è piuttosto solido vista anche la presenza di sponsor in comune come la Total.