F1, Red Bull: FOTA inutile! Lacrime di coccodrillo…

Formula 1: la Red Bull torna a definire la FOTA inutile

da , il

    red bull fota inutile

    La Red Bull torna sulla decisione, presa al pari della Ferrari, di uscire dall’associazione dei team di Formula 1, più brevemente nota come FOTA. Il superconsulente del team, Helmut Marko, dichiara:“La FOTA è ormai inutile”. Quello che doveva essere uno strumento di supporto alla Federazione Internazionale dell’Automobile sul fronte dei regolamenti per aiutare lo spettacolo e ridurre i costi ed uno strumento di trattativa con la FOM di Bernie Ecclestone per una giusta spartizione degli introiti provenienti dallo sfruttamento dei diritti d’immagine della Formula 1, non ha dato risultati significativi. Diverso è il parere di McLaren e Mercedes che restano dentro l’associazione.

    RED BULL. Bernie Ecclestone aveva pronosticato vita breve per la FOTA:“E’ impossibile che team rivali che si fanno la guerra in pista riescano poi ad andare d’accordo su temi quali i regolamenti sportivi e la spartizione dei proventi”. In tempi non sospetti, era stato facile profeta. A dividere Ferrari e Red Bull dal resto del gruppo sono state questioni inerenti l’accordo sulla riduzione dei costi. “Negli ultimi 12 mesi non è stato chiaro a cosa servisse la FOTA, ha detto Christian Horner. Marko ha aggiunto:“Non riuscivamo a trovare accordi neanche su argomenti minori”.

    FOTA. Ieri c’è stato un incontro tra i team superstiti. Ad ora non è uscita alcuna dichiarazione ufficiale sull’esito della riunione. Nei giorni scorsi, però, Norbert Haug della Mercedes ha parlato di FOTA come elemento “vitale” per la Formula 1. “Abbiamo obiettivi importanti”, ha affermato il boss di Stoccarda secondo il quale la Ferrari continuerà a dare il proprio supporto in merito al discusso tetto di spesa pur non essendo più dentro l’associazione. “E’ evidente che al momento c’è una difficoltà – ha aggiunto Haug - ma crediamo nell’aiuto di tutti. Anche della Ferrari”. Ricordiamo che a far saltare il banco sono stati i sospetti, per non dire certezze, che la Red Bull abbia violato il vecchio accordo. Accordo che non prevede alcun tipo di penalizzazione qualora non sia rispettato. Da quel momento in poi, il tappo del patto tra gentiluomini che aveva caratterizzato le decisioni e le azioni della FOTA è saltato per aria. Ferrari, McLaren e Mercedes si sono fatte la seguente domanda: se anche noi avessimo sforato il budget, la Red Bull avrebbe vinto lo stesso?