F1, Red Bull in ansia: Newey critica la Ferrari

Formula 1 2011: Adrian Newey si dice preoccupato per le prestazioni della Red Bull senza più gli scarichi soffiati e sospetta che dietro questo divieto ci sia lo zampino della Ferrari

da , il

    adrian newey red bull scarichi soffiati ferrari

    Adrian Newey non è uno di quelli a cui piace giocare a nascondino. Il direttore tecnico Red Bull si dice preoccupato per le prestazioni della propria vettura senza il sistema di scarichi che soffiano nel diffusore e, in attesa che la pista di Silverstone dia delle risposte certe, noi dobbiamo credergli. Il pensiero del genio dell’aerodinamica è semplice:“Solo noi e probabilmente la Renault abbiamo inventato il sistema in fase di progettazione della vettura. Per cui saremo i più penalizzati dal doverlo togliere”.

    NEWEY – RED BULL. Come va ripetendo da giorni, il progetto Red Bull 2011 è nato attorno all’idea degli scarichi soffiati. Cancellarli, significa perdere tutta una serie di riferimenti che, con molta probabilità, rendevano un’ottima monoposto un vero e proprio missile. “Sono irritato - ha ripetuto Newey rispolverando il caso delle sospensioni attive del 1993 – allora furono vietate ma non a metà stagione”. Il tecnico britannico non si sbilancia ma fa capire che dietro a certe decisioni può esserci stata la spinta della Ferrari:“Tra i nostri rivali, Ferrari e McLaren, la Ferrari è quella che non è riuscita a far funzionare meglio gli scarichi”. Stando alle parole di Maranello, invece, sono stati i team minori a mettere pressione alla FIA affinché si muovesse in questa direzione. Immediatamente. Ma, comunque vada, non così celermente da minare il successo finale di Vettel