F1, Red Bull: Ricciardo e Vergne sotto esame

F1, Red Bull: Ricciardo e Vergne sotto esame

Formula 1: il boss Red Bull parla dei giovani piloti Ricciardo e Vergne che debutteranno nel 2012 con la Toro Rosso

da in Daniel Ricciardo, Formula 1 2017, Jean-Éric Vergne, Piloti F1 2017, Red Bull F1, Toro Rosso F1
Ultimo aggiornamento:

    Christian Horner


    Con lo scaricamento di Sebastien Buemi e Jaime Alguersuari, la Toro Rosso ha ritrovato la dimensione perduta. Daniel Ricciardo e Jean-Eric Vergne sono due giovani piloti che hanno la grande occasione della loro vita. Davanti a loro un bivio: o ripercorrere le orme di Sebastian Vettel o fare le fine dei vari Scott Speed, Tonio Liuzzi, Sébastien Bourdais oltre ai già citati Buemi e Alguersuari. Secondo i capi della Red Bull, quest’ultimi erano stati sin troppo al volante delle monoposto di Faenza senza, di fatto, trasformarsi in veri campioni. Da qui la decisioni di far entrare due nuovi talenti nel team. Ricciardo e Vergne si giocano tutto. Ed hanno pochissimo margine di errore. A ribadirlo è il team principal della scuderia sorella maggiore, Christian Horner.

    TORO ROSSO - RED BULL. Si profila una stagione dura per Daniel Ricciardo e Jean-Eric Vergne. I due giovani sono chiamati a mettersi in mostra da subito pur di spiccare il volo verso il firmamento della Formula 1. L’alternativa è l’oblio. La sfida non è facile per due come loro che hanno ad oggi pochissima esperienza di guida ai massimi livelli. Eppure, il team principal della Red Bull, Chris Horner, non è intenzionato a fare sconti.

    Il capo della scuderia di Milton Keynes ha ancora negli occhi quello che riuscì a fare con la squadra di Faenza Sebastian Vettel nel 2008. Per il 2012, pretende altrettanto (o quasi) da Ricciardo e Vergne. “Sono due grandi talenti - ha dichiarato Horner - farli correre assieme e nelle stesse condizioni ci consentirà di capire come progrediscono. Fino ad ora, tra categorie minori e simulatori, ci hanno pienamente soddisfatti e siamo convinti della nostra scelta di farli diventare piloti ufficiali”.

    MARK WEBBER. Se uno dei due tra Ricciardo e Vergne dovesse far vedere cose mirabolanti, può considerare già ipotecato, in prospettiva 2013, il sedile che oggi è occupato da Mark Webber. A contendere il posto all’australiano, indicato da più fonti come all’ultima stagione in Red Bull, c’è anche Sebastien Buemi. Lo svizzero è stato nominato terza guida come soluzione di emergenza. Ma il suo treno è ormai passato. “Avere due giovani in Toro Rosso ed uno con esperienza come Sebastien nel ruolo di terzo pilota in Red Bull è per noi il miglior scenario possibile”, ha spiegato Horner. Quanto a Webber, ha aggiunto:“E’ con noi da cinque anni. Lo conosciamo bene. La sua motivazione sembra molto alta e sono sicuro che nel 2012 andrà molto forte”.

    520

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Daniel RicciardoFormula 1 2017Jean-Éric VergnePiloti F1 2017Red Bull F1Toro Rosso F1