F1, Red Bull: Verstappen blindato! Kvyat Ko definitivo

Bocciato dalla Toro Rosso: è sostanzialmente chiusa la carriera in F1 di Kvyat mentre la Red Bull riempie di milioni Verstappen e corteggia anche Ricciardo

da , il

    F1, Red Bull: Verstappen blindato! Kvyat Ko definitivo

    Finisce qui il cammino di Daniil Kvyat in Formula 1: Helmut Marko, talent scout della Red Bull, ha confermato Pierre Gasly e Brandon Hartley al volante della Toro Rosso per il finale di stagione 2017 di F1. Intanto, si viene anche a scoprire che il rinnovo di Max Verstappen è stato propiziato dallo stesso pilota olandese che ha voluto restare in Red Bull anche dopo la naturale scadenza del contratto a fine 2018. A Chris Horner ed i suoi uomini non è parso vero accontentarlo pur dovendo sborsare una cifra attorno ai 25 milioni di dollari che mette Verstappen al pari di gente come Vettel, Alonso e Hamilton. Così almeno pare. CLICCA QUI per seguire LIVE in diretta web la qualifica del GP Messico F1 2017 con risultati e classifica.

    Kvyat è fuori dalla F1: troppe bocciature per lui

    Daniil Kvyat non sarà più pilota Toro Rosso o Red Bull. Difficilmente troverà fortuna in qualche altro team del Circus. Bocciato dalla Red Bull ad inizio stagione 2016 per fare spazio a Max Verstappen. Bocciato dalla Toro Rosso per far entrare Pierre Gasly e poi addirittura ripescare Brandon Hartley. Era chiaro che le speranze di vedere ancora Kvyat in Formula 1 stavano scomparendo. Il suo nome entra ora di diritto tra quello dei talenti “bruciati” dal clan del beverone. “Kvyat non rientra più nei nostri piani dato che non vediamo in lui la possibilità di invertire la tendenza a lungo termine”, ha spiegato Helmut Marko

    Verstappen ha chiesto alla Red Bull di restare

    Il rinnovo di anticipato del contratto di Max Verstappen con la Red Bull ha colto di sorpresa tutti. Horner ha spiegato le ragioni:“E’ stato lui a chiederci di restare. Aveva una clausola che gli consentiva di liberarsi a fine 2018 anche se il suo contratto scadeva nel 2019 ma ha preferito restare e noi lo abbiamo accontentato”. E su Daniel Ricciardo ha aggiunto:“E’ nostro interesse mantenere anche lui dando ai nostri piloti pari opportunità per lottare per il titolo. Lui sa che crediamo in lui e speriamo che si possa chiudere in fretta la vicenda”. Queste dichiarazioni stridono con quelle di Marko che, invece, consigliava a Ricciardo di trovarsi un’altra sistemazione. Forse era solo tattica per costringere l’australiano ad accettare una proposta economica al ribasso.