F1, Schumacher: il bilancio di metà stagione

Formula 1, Michael Schumacher è arrivato a metà stagione 2010: proviamo a fare un piccolo bilancio della situazione analizzando solo e soltanto i numeri che hanno caratterizzato le sue prime 9 gare

da , il

    Michael Schumacher ha iniziato la stagione 2010, quella del suo clamoroso ritorno in Formula 1, deludendo i più. Dopo un inizio stentato dove ha preso paga dal compagno di squadra come non gli era mai successo prima, ci siamo interrogati su quanto tempo dovessimo dargli per togliersi la ruggine e riprendere a fare il cannibale di una volta. Anche a causa di una scarsa competitività della Mercedes, invece, l’attenzione sul sette volte iridato è andata via via scemando. Arrivati a metà stagione, proviamo a fare un piccolo bilancio sul fenomeno di Kerpen.

    MICHAEL SCHUMACHER. Stavolta lasciamo da parte le opinioni. Michael Schumacher è prima di tutto l’uomo dei record. L’uomo dei numeri. Allora, facciamo parlare loro. Ognuno, li legga come meglio crede. In classifica mondiale occupa al momento il nono posto con 34 punti contro i 75 di Nico Rosberg ed i 127 del leader Lewis Hamilton. I suoi miglior risultati sono stati due quarti posti mentre la miglior qualifica lo ha visto partire dalla piazzola numero 5. Nel dettaglio, ecco le posizioni in cui ha concluso queste prime 9 gare dell’anno: 6°, 10°, ritirato, 10°, 4°, 12°, 4°, 11° e 15°. A metterlo particolarmente in difficoltà è stata l’eccessiva usura degli pneumatici della Mercedes GP.

    MERCEDES GP. “Silverstone rappresenta una gara speciale per noi visto che è così vicina alle nostre fabbriche a Brackley e Brixworth, i cui addetti stanno lavorando così duramente per recuperare dopo il difficile inizio di stagione” ha dichiarato Schumacher presentando il decimo appuntamento stagionale, giro di boa di questo 2010. “Dobbiamo affrontare il fatto che siamo stati meno competitivi a Valencia di quanto speravamo, il che rende difficile fare previsioni in vista del Gran Premio di Gran Bretagna – ha aggiunto – Il nostro passo in gara è stato piuttosto promettente ma in qualifica la nostra velocità non è davvero l’ideale e dobbiamo ancora capire bene le gomme.

    DAMON HILL. Ad attenderlo a Silverstone, Schumacher troverà il vecchio rivale Damon Hill. Lo stesso Hill che a Montecarlo è stato chiamato a giudicare il sorpasso di Schumacher ai danni di Alonso all’ultima curva dell’ultimo giro mentre la safety car rientrava in pit lane. Secondo il campione del mondo 1996 non si deve ancora dare per bollito il sette volte iridato:“Mai sottovalutare quel ragazzo. Ho commesso questo errore. Trova sempre modo di tirare qualcosa fuori dal cilindro. Lui ama guidare. Dove altro puoi avere la stessa soddisfazione? - ha spiegato così l’inglese la voglia di Schumacher di tornare a mettersi in discussione – Non si tratta di soldi. E’ un perfezionista, molto determinato, e vorrà dimostrare che è possibile vincere a 41 anni.”

    SONDAGGIO SCHUMACHER. Come valuti la prima parte di stagione 2010 di Michael Schumacher? La discussione continua nel nostro sondaggio. Chissà se, rispetto a 4 mesi fa, sono cambiati i pareri…