F1, Schumacher impressionato dalla Mercedes

Formula 1: Michael Schumacher si è detto molto impressionato dal lavoro fatto dalla Mercedes GP a due gare dal termine della stagione 2010 di F1

da , il

    mercedes gp schumacher 2010

    La stagione 2010 della Mercedes GP è stata deludente. Lo stesso dicasi per quella di Michael Schumacher. Probabilmente l’annata 2011 ci darà un team tedesco più forte ed allora saremo in grado di capire quanto gli scarsi risultati del sette volte iridato siano stati determinati da un mezzo non all’altezza o dall’età avanzata. Intanto, Schumacher si dichiara letteralmente impressionato dall’impegno che la compagine di Stoccarda sta mettendo nell’ultima doppia trasferta di Brasile ed Abu Dhabi. Segno che c’è ancora speranza di togliersi qualche piccola soddisfazione.

    MICHAEL SCHUMACHER. L’uomo dei record si presenta ad Interlagos con già quattro vittorie in tasca. La pista gli piace. “La stagione sta volgendo al termine e devo dire che sono molto impressionato da quanto i nostri ragazzi hanno affrontato, soprattutto nelle ultime gare oltreoceano – ha dichiarato Schumacher - Anche se non abbiamo avuto grandi sviluppi di recente ci hanno consegnato una vettura dalle prestazioni promettenti. Le caratteristiche del circuito di Interlagos non sono troppo lontane da quelli delle ultime gare - ha aggiunto il pilota Mercedes GP - dunque possiamo andare in Brasile con una certa fiducia”.

    ADRIAN SUTIL. In Germania i giornali insistono nel raccontare Adrian Sutil ad un passo da sostituire Schumacher alla Mercedes GP già dal 2011. Tuttavia il giovane tedesco ha smentito ogni indiscrezione:“No, non c’è alcuna verità in questo - ha detto Sutil - Michael rimarrà lì per un altro anno almeno, e credo che lui abbia un contratto di tre anni, e rimarrà così. Certo sarebbe bello guidare per la Mercedes, in futuro, ma penso che ora sia troppo presto, e che sianon solo voci”. Sutil ha spiegato che il problema di Schumacher sta nel fatto che la gente si aspettava di trovarlo come lo aveva lasciato tre anni prima:“Ma non è così che va in F1. E’ cambiata e non è mai facile tornare dopo tre anni. Inoltre quella non è una macchina vincente in questo momento – ha aggiunto il driver Force India – Certo, si può fare un riferimento al suo compagno di squadra. Lui è lì vicino e sta migliorando, quindi suppongo si possa dire che probabilmente non è stato un brutto ritorno”. Il futuro di Sutil è diviso tra una riconferma in Force India o una risposta positiva alle sirene di Renault e Williams. L’impressione è che lui voglia lasciare il team di Vijay Mallya ma non è scontato che altrove si liberino dei sedili.