F1, Schumacher malato di cinetosi?

Formula 1: Michael Schumacher non vince più perché affetto dalla cinetosi? Trattasi di una malattia del movimento che gli impedisce di sviluppare la macchina al simulatore

da , il

    schumacher malattia cinetosi

    Michael Schumacher malato di cinetosi? Gira in rete un’indiscrezione molto particolare che spiegherebbe, finalmente, perché Schumacher non è più tornato ai livelli da fenomeno con i quali è riuscito a conquistare sette titoli mondiali piloti di Formula 1 ed ha furoreggiato per 15 anni sui circuiti di tutto il mondo. Siamo ampiamente nel campo delle ipotesi, delle indiscrezioni, dei rumors. Tuttavia molti indizi portano alla conferma di questa bizzarra voce. Messa in giro proprio da uomini Mercedes.

    SCHUMACHER – CINETOSI. La cinetosi, altrimenti nota come malattia da movimento (motion sickness), è una patologia che provoca disturbi in caso di spostamenti, viaggi su vari mezzi. Inutile ricordare che una vettura di Formula 1 sottopone a sollecitazioni che darebbero il mal di mare anche a persone perfettamente sane. Nausea e vomito sono gli inconvenienti più banali che si verificano a causa dell’eccessiva stimolazione all’interno dell’orecchio, luogo dedicato all’equilibrio. In letteratura si registrano anche altri sintomi come sudorazione fredda, ansietà, rallentamento del battito cardiaco, abbassamento della pressione, mal di testa, oltre alle già citate nausea e vomito. Gli effetti indesiderati svaniscono una volta terminato il movimento che li ha scatenati.

    SCHUMACHER F1 2011. Nel caso di Schumacher, la cinetosi non si farebbe sentire durante la guida bensì al simulatore. Trovandosi in un luogo chiuso e molto movimentato, il pilota Mercedes GP soffrirebbe di alcuni fastidiosi sintomi tra quelli sopra elencati tali che il suo lavoro debba limitarsi alla pista vera. Per questo motivo, si sospetta, nel 2010 ha faticato a reggere il confronto con Rosberg il quale, invece, lavorando molto in fabbrica con il computer, arrivava alle prime prove del venerdì del Gran Premio con un assetto già valido. “Michael soffre il mal di mare. E’ una specie di cinetosi, ma per il simulatore – ha confermato un impiegato di Brackley - Questo lo rende incapace di provarlo. Così, Michael inizia con una impostazione di base al venerdì, mentre Nico ha già fatto tutto. La grande differenza è fatta dal simulatore, dove Nico passa molto tempo per preparare la macchina per il weekend di gara”. Per il 2011-2012 la Mercedes GP ha già annunciato che sta lavorando ad un simulatore di nuova generazione, molto più sofisticato dell’attuale. La speranza è che questo riesca anche ad aiutare Schumi a dare il meglio di sé.