F1: Schumacher si lamenta, Mercedes copia la Ferrari

Formula 1: la Mercedes GP rinnova il proprio impegno nella massima serie motoristica e fa sapere che cambieranno alcuni tecnici

da , il

    schumacher mercedesgp f1

    Schumacher chiede, la Mercedes esegue. Il sette volte iridato non è il padrone del team ma il suo parere è tenuto in grande considerazione. Tant’è che dietro alla girandola di nomi avvenuta all’interno della scuderia di Stoccarda si sospetta ci sia lo zampino del 41enne pilota di Kerpen. Non solo, la casa della stella a tre punte fa sapere che per la stagione 2011 metterà in piedi un’organizzazione del box del tutto simile a quella della Ferrari con due ingegneri di corsa per ciascun pilota ed un ingegnere capo che seguirà le strategie di entrambi.

    MERCEDES GP. Le osservazioni di Michael Schumacher hanno avuto un esito. Dalla Renault arriva Mark Slade come suo nuovo ingegnere di pista mentre, in una struttura che si modifica e ricalca quella della Ferrari, il capo degli ingegneri, vale a dire il ruolo del discusso Chris Dyer, diventa Andy Shovlin. Lo stesso Shovlin che nel 2009 ha vinto il titolo piloti con Jenson Button. “Stiamo cambiando l’organizzazione nella stessa direzione della Ferrari - ha detto Schumacher - Ci sarà un ingegnere capo responsabile di entrambi i piloti.”

    MICHAEL SCHUMACHER. Chi lo conosce bene stenta a credere che Schumacher abbia perso il tocco magico. Purtroppo per lui non ci sono abbastanza test e non è così facile riuscire a cucirsi addosso la macchina. “Credo che nella prossima stagione potrò salire sul podio in qualche gara, ma è ancora troppo presto per pensare al campionato. Le nostre differenze tecniche rispetto ai top team sono state ridotte, ma non abbastanza”, ha affermato il pilota tedesco dimostrando di aver capito una cosa importante: basta proclami altisonanti. A dar fiducia al fenomeno di Kerpen sono anche le parole del boss Mercedes Dieter Zetsche che in una recente intervista ha confermato l’impegno del colosso dell’auto nella massima categoria motoristica:“Siamo in F1 da qualche tempo e ci resteremo ancora per molti anni - ha dichiarato – Non abbiamo firmato un contratto di un anno con Michael Schumacher, ma un triennale. Da un lato, non ci potevamo aspettare di più da un team neonato. Non ci saremmo lamentati se avessimo vinto il campionato, ovviamente, ma non era un’aspettativa realistica”, ha aggiunto parlando delle aspettative per il futuro e mettendo in conto che nel 2011, con un anno in più di esperienza, sarà molto più difficile giustificare delle eventuali sconfitte.