F1, Schumacher: Suzuka circuito speciale

Formula 1: Michael Schumacher dichiara grande apprezzamento per la pista du Suzuka in Giappone dove la Mercedes potrebbe fare un bel salto di qualità con le prestazioni

da , il

    michael schumacher suzuka f1

    Dopo Spa-Francorchamps, per Michael Schumacher è il circuito di Suzuka quello da mettere tra i preferiti in assoluto. Non solo perché lì sono arrivate grandi gioie ma anche perché le caratteristiche del nastro d’asfalto ricordano per certi versi i veloci curvoni della pista belga. In vista del Gran Premio del Giappone, il pilota Mercedes GP si mostra ottimista ed ansioso di dare continuità alle belle prestazioni di Monza e Spa, dimenticando in fretta l’incidente di Singapore.

    MICHAEL SCHUMACHER. Due grandi delusioni in quel di Suzuka: 1998 e 2006. Lì sfumarono il potenziale primo titolo con la Ferrari e l’ultimo. Nel 2000, però, fu proprio sul circuito giapponese che Schumacher interruppe il digiuno ventennale della casa di Maranello. “Suzuka è un circuito molto particolare e quello dove ho disputato grandi gare e ho grandi ricordi - ha dichiarato il sette volte iridato – Mi piace guidare qui e ottenere la configurazione tecnica migliore della vettura su un layout impegnativo come questo”. Ad affascinare i piloti tutti, non solo Schumacher, sono le tante curve veloci con diversi gradi di angolazione che si susseguono.

    MERCEDES GP. Per ben figurare in Giappone, Schumacher si affida ai progressi della Mercedes GP che, solitamente, dà il meglio sui circuiti a basso carico. In tal senso, Ross Brawn parla di aggiornamenti importanti:“A Singapore abbiamo fatto dei progressi. Non si sono visti chiaramente ma ci sono stati. Ve ne accorgerete nelle prossime due gare”. Le novità riguardano il fondo ed il corpo macchina. “Niente di stravolgente ma qualcosa di interessante”, ha precisato Brawn.