F1: torna la pazza idea di un GP a New York

Formula 1: Ecclestone è al lavoro per portare la F1 a New York nel 2013

da , il

    gp f1 new york

    Un Gran Premio di Formula 1 a New York City? L’idea è vecchia. L’entusiasmo con il quale Bernie Ecclestone si sta buttando sull’impresa è nuovissimo, invece. Dopo aver collocato nel calendario della stagione 2012 il Gran Premio degli Stati Uniti che, salvo clamorosi imprevisti, si correrà sul circuito di Austin in Texas, il patron del Circus prova a raddoppiare. Non sarebbe la prima volta che la Formula 1 ha due gare nello stesso anno negli USA. Ovviamente, però, per veder realizzata l’idea New York, ci sarà da attendere almeno il 2013.

    NEW YORK F1. Potete dire quel che volete: a me non lascia indifferente l’idea di portare la Formula 1 a New Tork, la capitale dell’Impero Occidentale. L’operazione, anche per noi europei, avrebbe tutto un altro spessore rispetto ad approdi in città come Singapore. Evidentemente deve pensare lo stesso Bernie Ecclestone. Secondo il Wall Street Journal, i primi cittadini del New Jersey e del West New York sono in trattativa per portare il Circus a partire dal 2013. L’obiettivo è quello di dare un impulso all’economia in un periodo di crisi. A patto, hanno precisato i diretti interessati, di non andare ad intaccare fondi pubblici.

    FORMULA 1 2012. Detto di ciò che potrebbe essere nel 2013, facciamo un passo indietro e guardiamo al calendario 2012 per raccontare quanto accaduto nei giorni scorsi. Ecclestone ha presentato la propria bozza ai team di Formula 1. Particolare non irrilevante è la presenza di 7 gare lontano dall’Europa nell’arco di sole 10 settimane. Secondo i rappresentanti dei team è troppo. Per tutta risposta, il boss della F1 si è limitato ad informare le scuderie che non spetta a loro stilare il calendario:“E’ una mia decisione, sono io a prendere le decisioni. Solo io”, ha commentato in modo autoritario.