F1 Turchia 2011: Massa spera in una buona gara

F1 TURCHIA 2011 - Felipe Massa ha partecipato alla conferenza stampa FIA in vista del Gran Premio della Turchia di Formula 1 che si correrà sul circuito di Istanbul a partire da oggi e si è espresso in maniera favorevole sulla pista

da , il

    F1 Turchia 2011 - Massa

    F1 TURCHIA 2011Felipe Massa ha partecipato alla conferenza stampa FIA in vista del Gran Premio della Turchia di Formula 1 che si correrà sul circuito di Istanbul a partire da oggi e si è espresso in maniera favorevole sulla pista (dove in passato ha fatto molto bene, vincendo per tre anni di seguito) e sugli ultimi sviluppi che dovrebbero rendere le monoposto Ferrari più competitive rispetto alle rivali Red Bull e McLaren. Massa non sa quali saranno le risposte delle vetture in caso di pioggia, ma è certo che le Rosse dovranno lottare senza risparmiarsi per poter ridurre il divario che le separa dagli avversari.

    MASSA – Il brasiliano della Ferrari vuole tornare a vincere nel Gran Premio della Turchia di Formula 1: “Naturalmente sono felice di correre su un circuito in cui ho vinto per tre anni consecutivi partendo dalla pole. E una bella sensazione, sebbene negli ultimi due anni qui non sia stato un successo, quindi spero che questo fine settimana proseguiremo nella direzione che avevamo preso in passato,” ha dichiarato Felipe Massa, “Potrebbe andare bene come male ma, soprattutto, potrebbe diventare una lotteria in caso di pioggia. Nei test invernali abbiamo fatto davvero pochi giri sul bagnato quindi è difficile sapere cosa aspettarsi.”

    FERRARIMassa dice la sua anche sui presunti miglioramenti apportati dai tecnici alla monoposto di Maranello: “Tutti nella scuderia hanno lavorato duramente durante la pausa, cercando di capire qualcosa di più sulla vettura. Spero che il nuovo passo che abbiamo ottenuto qui si riveli interessante per noi, specialmente per le qualifiche, visto che il nostro ritmo di gara è migliore rispetto a quello del pomeriggio di sabato,” continua il driver della Ferrari F150° Italia, “Tuttavia, tutte le squadre hanno lavorato sodo, perciò fino a quando non saremo effettivamente in pista, è difficile sapere ciò che le nostre nuove parti produrranno, e le condizioni climatiche potrebbe effettivamente rendere ancora più difficile tale valutazione.