F1, verità McLaren: “Alonso resterà anche nel 2018″

Secondo il boss della McLaren, Fernando Alonso resterà anche nella stagione di F1 2018 poiché condivide la voglia di riscatto del team. Sarà vero? Lo spagnolo rimarrà nel team di Woking anche il prossimo anno?

da , il

    F1, verità McLaren: “Alonso resterà anche nel 2018″

    Continua a creare interesse il destino di Fernando Alonso per il prossimo campionato di Formula 1. Il pilota sembra costretto a restare in McLaren dovendo scommettere sull’ardita mossa di Woking che sta seriamente pensando di divorziare dalla Honda e tornare con Mercedes risolvendo in un sol colpo tutti i problemi di potenza e affidabilità che hanno reso un incubo senza fine le ultime tre stagioni di Formula 1.

    Con le porte chiuse di Mercedes, Ferrari e Red Bull, quindi, Alonso non potrà fare altrimenti che restare in McLaren. A tal proposito, l’amministratore delegato Zak Brown ha dichiarato:“Non ci sono tensioni e credo che non esista altro team in cui Fernando voglia andare. Lui corre per vincere e capisco la sua frustrazione perché è la stessa che condivide con tutta la squadra”.

    McLaren:”Alonso ha detto che vuole restare”

    Fernando Alonso vuole restare in McLaren. Lo ammette Zak Brown:“Noi gli abbiamo detto chiaramente che vogliamo continuare con lui e lui ci ha detto che vuole restare ma dobbiamo dargli una macchina migliore ed è su questo che ci stiamo concentrando”.

    De La Rosa:”Della vecchia McLaren è rimasto solo il nome”

    Due elementi: l’addio di Ron Dennis e l’arrivo della Honda. Questi hanno segnato una svolta epocale nella scuderia McLaren. Secondo Pedro De La Rosa, storico pilota e collaudatore di Woking, ormai tutto è cambiato rispetto ai vecchi tempi:“Ho ancora tanti amici là e so che ci lavorano persone fantastiche ma l’80% di quelle con cui ho lavorato ormai è in Ferrari, Red Bull o Mercedes - ha ammesso il pilota spangolo ad AS – ormai è rimasto solo il nome McLaren”.

    Quanto all’amico Alonso, De La Rosa ha aggiunto:“In Ferrari si era creata una situazione che non poteva andare oltre per il bene di entrambe le parti. Ora Fernando è alla McLaren e non ho idea cosa farà in futuro ma penso voglia aspettare ancora per scoprire cosa ne sarà del progetto McLaren-Honda.”

    Alonso e quella volta che disse “no” alla Mercedes

    Nick Fry, CEO della Brawn GP nel 2009 e successivamente della Mercedes che rilevò il team da Ross Brawn, ha raccontato un interessante retroscena su Fernando Alonso. Nel momento in cui il team si apprestava a vincere il titolo mondiale con Jenson Button e, contemporaneamente, sta per essere venduto alla casa della stella a tre punte, ci fu una trattativa per prendere Fernando Alonso dalla Renault in ottica 2010. Il pilota spagnolo, però, preferì firmare per la Ferrari compiendo un errore che gli è costato almeno un paio di titoli iridati.

    “Se avesse fatto un’altra scelta allora, adesso avrebbe quattro titoli iridati - ha fatto notare Fry ricostruendo un po’ semplicisticamente la storia – mi dispiace prendere atto che Alonso rischia di essere un talento perduto. Se avesse preso decisioni migliori, avrebbe vinto di più”.