F1, Vettel:”Novità Ferrari mi rendono positivo”

Vettel incoronato anche da Piero Ferrari che promette di fargli rivivere l'epopea di Schumacher

da , il

    F1, Vettel:”Novità Ferrari mi rendono positivo”

    E’ un Sebastian Vettel sereno e ottimista quello che partecipa alla festa dei 70 anni della Ferrari tenutasi a Maranello. Il 4 volte campione del mondo di Formula 1 non tiene a freno gli entusiasmi e, dopo il recente bagno di folla del Gran Premio d’Italia a Monza, guarda al prossimo appuntamento di Singapore, alle 7 gare restanti, lanciando un segnalo forte ai tifosi:“Tutti i tracciati che ci sono da qui alla fine del campionato mi piacciono, inoltre ho piena fiducia nelle novità che devono arrivare sulla macchina”, ha ammesso Vettel come se non ci fosse ora Hamilton davanti a lui in classifica mondiale per la prima volta da inizio stagione 2017 di F1. Piero Ferrari poco dopo ha aggiunto:“Sono convinto che Vettel aprirà presto un ciclo come Schumacher”.

    Vettel:”Mercedes in vantaggio su Ferrari sul giro secco”

    “Non mi piace vincere facile e non credo alle gare facili sulla carta, perché poi ci sono sempre un sacco di imprevisti a decretare il successo o meno”, ha proseguito Sebastian Vettel. Parlando del serrato duello con Lewis Hamilton, ha aggiunto:“Possiamo dire che attualmente la Mercedes ha un vantaggio il sabato in qualifica e riesce a partire avvantaggiata anche in gara. Questo non è un segreto ma penso che anche la Ferrari sia forte. Sono positivo e non voglio nasconderlo: anche noi stiamo facendo un grande lavoro di sviluppo che mi rende contento soprattutto pensando alle novità che stanno arrivando”.

    Piero Ferrari:”Vettel farà come Schumacher”

    In pieno ottimismo dilagante, anche Piero Ferrari si lascia andare a dichiarazioni pesanti:“Sono fermamente convinto che Vettel e la Ferrari potranno fare insieme grandi cose come con Schumacher. Seb riporterà il titolo se gli daremo una macchina competitiva”, ha spiegato a Sport Bild.

    Ricordiamo, in breve, che Schumacher arrivò alla Ferrari nel 1996 e fu già in grado di giocarsi il titolo fino all’ultima gara – perdendo rocambolescamente – nel 1997 e 1998. Nel 1999 vide sfumare un campionato alla portata per la frattura della gamba destra a Silverstone. Dal 2000 al 2004 arrivarono 5 anni di trionfi. Nel 2005, in piena guerra tra gommisti, la Ferrari pagò le scarse performance della Bridgestone rispetto alle Michelin di Renault e McLaren. Nel 2006, infine, Schumi perse di nuovo all’ultima gara. Vettel, se vogliamo fare un paragone brutale e inutile in termini di annate, essendo già alla sua terza stagione in Rosso, ha già sulle spalle una stagione in più (quella 2016) passata fuori dalla lotta al titolo.