F1, Whitmarsh: Hamilton e Button non sono fuori dai giochi

da , il

    hamilton suzuka

    Si avvicina il gran premio di Corea, terzultima tappa di questo mondiale 2010 di Formula1 e i team in lizza per il titolo iridato si preparano alla battaglia finale. Il prossimo appuntamento sarà una grande incognita per tutti quanti, dal momento che il circuito di Yeongham verrà inaugurato proprio il prossimo weekend e potrebbe riservare diverse sorprese. Guai quindi a dare per scontata l’ormai prossima uscita di scena dei piloti della McLaren, nonostante i due britannici si trovino indietro al terzetto di testa formato dal duo della Red Bull e dal ferrarista Fernando Alonso.

    MCLAREN F1. Il boss del team di Woking, Martin Whitmarsh, ha deciso di mettere in allerta le squadre avversarie: Jenson Button e Lewis Hamilton non sono prossimi ad abbandonare la corsa verso il titolo iridato, nonostante il gap in classifica generale che separa i due ex campioni del mondo dagli avversari. Viste le ultime prestazioni del duo britannico e la progressiva discesa degli stessi verso il fondo della top five, Button ed Hamilton sembrerebbero i piloti più prossimi a gettare la spugna, specialmente per il fatto che ormai le gare a disposizione si sono ridotte a tre soltanto. Ma il prossimo gran premio di Corea, new entry nel calendario 2010, potrebbe rimescolare le carte, specialmente se sul nuovo tracciato la velocissima Red Bull dovesse trovarsi in difficoltà e la McLaren invece riuscisse finalmente a sfruttare al massimo gli ultimi importanti aggiornamenti. I numeri comunque parlano chiaro e, con rispettivamente 28 e 31 lunghezze di distacco dal leader in classifica Mark Webber, Hamilton e Button dovranno piazzarsi sempre in testa per poter sperare di puntare al titolo.

    MARTIN WHITMARSH. Alla McLaren però non hanno alcuna intenzione di darsi per vinti e insistono che non è ancora giunta l’ora di dare per spacciati i propri piloti. “Con tre gare ancora prima della fine del mondiale e 75 punti a disposizione, sarebbe insensato escludere Jenson e Lewis dalla lotta al titolo”, ha ricordato Whitmarsh. “Entrambi i nostri piloti sono due ex campioni del mondo e quindi sanno come gestire situazioni così difficili e la forte pressione presente in questi casi. Sono pronti a questa battaglia!”. Ma Whitmarsh sa bene che non sarà il talento indiscusso dei propri piloti la chiave del successo, quanto la capacità di essere costanti fino alla fine, caratteristica in cui ultimamente la McLaren ha mancato l’appello. “Continueremo con il nostro massiccio programma di sviluppo, portando altri nuovi componenti in Corea. Sappiamo quanto sia importante portare a casa dei punti ad ogni gara”.

    LEWIS HAMILTON. Whitmarsh ha quindi concluso chiarendo che Lewis Hamilton nel prossimo gran premio di Corea non subirà ulteriori penalizzazioni per la sostituzione del cambio, che già a Suzuka lo aveva costretto ad arretrare di cinque posizioni sulla griglia di partenza. “Fortunatamente, grazie al regolamento, Lewis non verrà penalizzato due volte per il medesimo cambio”.