F1, Williams-Renault di nuovo insieme dal 2012

Formula 1: news di mercato

da , il

    williams renault formula 1 2012

    Williams e Renault tornano insieme. Uno dei binomi più vincenti della storia della Formula 1 sarà nuovamente in pista a partire dal 2012 e per almeno tutto il 2013. In realtà la faccenda non è poi così poetica. La Renault già fornisce motori a team minori come la Lotus di Jarno e, in generale, il ruolo dei propulsori oggi è nettamente meno determinante rispetto all’era d’oro della prima metà degli anni ’90. Anche la Williams, dal punto di vista tecnico, non è più il team che inventa, innova e domina il campionato. La speranza è che questa sia la prima pietra di una grande rinascita. Purtroppo, però, restiamo scettici: troppe volte in questi anni ci siamo illusi.

    WILLIAMS-RENAULT. La Williams concluderà quest’anno il travagliato rapporto con Cosworth per passare nel 2012 ai motori Renault. L’accordo attuale prevede una durata di due anni ma Frank Williams ed i suoi soci sperano di poter beneficiare dei motori campioni del mondo in carica con la Red Bull anche per il 2014 e oltre. Vale a dire quando inizierà la nuova era dei V6 turbo 1.6 di cilindrata. Con queste parole di Bernard Rey, presidente del settore Sport F1 della casa francese, ha commentato l’evento:La Williams ha fatto passi importanti in avanti a livello di organizzazione sia commerciale che tecnica. Crediamo in questa collaborazione”.

    HRT F1. Cambio di assetto societario per la HRT. La quota di maggioranza del team è finita nelle mani della compagnia di investimenti spagnola Thesan Capital che in un comunicato ha fatto sapere di credere molto nella F1 come settore strategico in crescita. La vita della scuderia spagnola è stata piuttosto movimentata dal giorno della sua nascita nel 2010. Dopo Adrian Campos e Jose Carabante, siamo al terzo proprietario in un anno e mezzo. Tra mille incognite, l’unica certezza è il fondo dello schieramento.

    VIRGIN-MCLAREN. Altro nome che bazzica le ultime file della griglia in Formula 1 è la Virgin. Tramontato il sogno firmato Wirth Research di costruire una monoposto vincente usando solo la dinamica computazionale dei flussi al posto di una costosissima galleria del vento, la scuderia di Richard Branson ha concluso un accordo storico con la McLaren. Il team di Woking replicherà l’esperienza in corso con la Force India diventando partner tecnico della Virgin. In sostanza, la McLaren mette a disposizione le proprie strutture ed alcuni dei propri tecnici che avranno la possibilità di fare esperienza, crescere e mettersi in mostra per poi tornare alla casa madre qualora dimostrassero il loro valore sul campo.