F1, Williams: storico addio di Patrick Head

Formula 1: Patrick Head lascia

da , il

    patrick head williams addio f1

    Patrick Head lascia la Formula 1. Per i giovanissimi potrà essere un nome come tanti altri. Per chi ha almeno una trentina d’anni, no. Head è il co-proprietario del team Williams. E’ l’uomo che a fianco di Frank Williams ha costruito dal nulla delle monoposto capaci di vincere a ripetizione per un ventennio buono. Gare, titoli mondiali e periodi di clamoroso dominio assoluto hanno caratterizzato la storia di quest’uomo che ha il merito non solo dei successi, ma anche di aver tenuto in piedi la squadra di Grove nei momenti più difficili.

    PATRICK HEAD. Momenti altissimi, come i mondiali del 1992, 1993 e 1996 letteralmente dominati in stile Red Bull verrebbe da dire se il paragone non fosse irrispettoso. Momenti drammatici come l’incidente che costrinse in carrozzella il socio Frank Williams o la morte di Ayrton Senna nel periodo più magico per il team, la prima metà degli anni novanta. Head c’è sempre stato. Ha abbinato professionalità e fantasia. Ora lascia la Formula 1, non la sua azienda:“Il mio non è certamente un ritiro – ha dichiarato – ma non sarò direttamente interessato dai programmi della Williams in F1. Lavorerò per all’interessante progetto del Williams Hybrid Power”. A spingere Head a fare un passo indietro due fattori: la pessima stagione disputata dalla sua scuderia e l’arrivo di nuove personalità che, di fatto, hanno ricoperto anche il suo ruolo. Tra questi citiamo il contestato protagonista della spy story tra Ferrari e McLaren del 2007 Mike Coughlan oltre a Mark Gillan e Jason Somerville. “Sono convinto che quelle tre persone sapranno portare la Williams in alto, ma c’è una lunga strada da fare”, ha concluso.