Fanta F1 2009: i valori in pista

Mancano 10 giorni al via del mondiale 2009 di F1 ed alla partenza della Fanta F1, il gioco a pronostici sulla Formula 1

da , il

    Prosegue la marcia di avvicinamento al mondiale 2009 di Formula 1. Siamo ormai a -10 dalla prima sessione di prove libere. Con McLaren, Renault, Williams e Brawn GP impegnate a compiere gli ultimi km di test a Jerez e Ferrari, BMW Sauber, Red Bull, Toyota, Toro Rosso e Force India già con la mente proiettata al GP d’Australia, si può stilare una classifica dei valori in campo dei vari team. Ardua missione, ma doverosa.

    Basandoci su ciò che abbiamo visto nei test e sulle dichiarazioni dei protagonisti, proviamo a dare un giudizio sulle prestazioni della vetture il più accurato possibile. In grande aiuto ci viene la tabella dei tempi cumulativa della 4 giorni di test collettivi a Barcellona. Purtroppo le condizioni meteo non sono state del tutto omogenee e qualche risultato può essere falsato, soprattutto in negativo. A vedere la lista, però, Brawn GP a parte, i valori che emergono non sembrano affatto casuali.

    1 Rubens Barrichello Brawn GP BGP001 1′18.926 (221 laps)

    2 Jenson Button Brawn GP BGP001 1′19.’127 (212)

    3 Nico Rosberg Williams FW31 1′19.774 (209)

    4 Timo Glock Toyota TF109 1′20.091 (260)

    5 Felipe Massa Ferrari F60 1′20.168 (201)

    6 Robert Kubica BMW F1.09 1′20.217 (248)

    7 Kimi Raikkonen Ferrari F60 1′20.314 (136)

    8 Nick Heidfeld BMW F1.09 1′20.338 (223)

    9 Sebastian Vettel Red Bull RB5 1′20.576 (185)

    10 Fernando Alonso Renault R29 1′20.664 (272)

    11 Lewis Hamilton McLaren MP4-24 1′20.869 (156)

    12 Kazuki Nakajima Williams FW31 1′20.907 (177)

    13 Jarno Trulli Toyota TF109 1′20.937 (242)

    14 Sebastien Buemi Toro Rosso STR4 1′21.013 (213)

    15 Giancarlo Fisichella Force India VJM02 1′21.045 (238)

    16 Mark Webber Red Bull RB5 1′21.347 (183)

    17 Sebastien Bourdais Toro Rosso STR4 1′21.629 (127)

    18 Nelson Piquet Jnr Renault R29 1′21.662 (126)

    19 Adrian Sutil Force India VJM02 1′21.834 (211)

    20 Heikki Kovalainen McLaren MP4-24 1′21.991 (178)

    POLE POSITION. Detto della Brawn GP che deve ancora scoprire le sue vere carte, in quella che potrebbe rappresentare una sorta di sessione di qualifica virtuale, troviamo ben messi 4 team: Williams, Toyota, BMW Sauber e Ferrari. Subito dietro tocca alle 3 stelle di Red Bull, Renault e McLaren, vale a dire Vettel, Alonso ed Hamilton, mettersi in mostra. I tre piloti riescono a fare nettamente la differenza rispetto ai compagni di squadra. Se per Hamilton-Kovalainen e Alonso-Piquet è del tutto ovvio, va ricordato che il divario tra Vettel e Webber è condizionato anche dalla convalescenza dell’Australiano che sta ancora recuperando dall’incidente in bici di quest’inverno. Chiudono lo schieramento Force India e Toro Rosso.

    TEAM F1. Analizzare il miglior tempo non basta. Sul piatto vanno messe anche costanza e affidabilità. Facendo un sunto di quanto emerso da questi due mesi di test invernali, ecco una possibile classifica costruttori. Va solo precisato che i distacchi saranno minimi e, probabilmente, molto dei risultati dipenderà da cause contingenti, altrimenti note come “fortuna”!

    • BMW Sauber. Hanno deciso di sacrificare la seconda parte della stagione 2008 per puntare alla grande al 2009. Da quando hanno messo il loro marchio in F1 hanno sbagliato pochissimo e quest’anno, senza timori, si candidano alla vittoria finale. La vettura sembra solida e ben bilanciata. E la sana rivalità tra i due piloti Heidfeld e Kubica li porta a dare sempre il massimo.
    • Ferrari. Qualche tentennamento in più sul fronte dell’affidabilità potrebbe condizionare il Cavallino. Soprattutto in avvio di stagione. Il Kers, inoltre, non dà sufficienti garanzie. A differenza della McLaren, però, nonostante il poco tempo a disposizione, la Ferrari non ha affatto sbagliato progetto ed anche nel 2009 se la giocherà fino all’ultimo giro.
    • Brawn GP. Di difficile collocazione, la squadra di Brackley si candida ad essere sorpresa dell’anno eclissando le velleità di Williams, Toyota o Red Bull. Resta ancora un oggetto misterioso ma, dai tempi nei test, andrebbe messa di diritto al primo posto. Precauzionalmente, la inseriamo sul terzo gradino del podio. Posizione dalla quale può tanto scendere, quanto compiere l’arrampicata verso la vetta. Una cosa è certa: sottovalutarla sarebbe un errore gravissimo.
    • Toyota. La macchina si è mostrata solida sin da subito e sempre vicina alla vetta nella classifica dei tempi. Un Glock ormai ambientato in F1 potrebbe rappresentare l’arma in più. Per il nostro Trulli si preannuncia la stagione della vita.
    • Red Bull. La RB5 pare essere la miglior pensata di Adrian Newey dai tempi McLaren. Evidentemente le gomme slick esaltano i suoi progetti. Con due piloti di grande talento anche la Red Bull va inserita nel novero delle squadre in grado di vincere. Rispetto a chi le sta davanti, sembra avere qualcosa meno in termini di affidabilità e di facilità nella messa a punto.
    • Renault. Apparsa in crescita nelle ultime uscite, c’è molto più Alonso che Renault nelle buone prestazioni fatte registrare fino ad ora. Sarà probabilmente una delle vetture che cresceranno di più nel corso della stagione ma, per il momento, potrebbe faticare un po’.
    • McLaren. Vale lo stesso discorso fatto per la Renault e Alonso. A Woking toccherà ad Hamilton tenere in piedi la baracca. A differenza dei francesi, gli anglotedeschi hanno molti più problemi. La MP4-24 vista nei test, però, è troppo brutta per essere vera e per Melbourne saprà darsi una parvenza di decenza.
    • Williams. Se non confidassimo nella capacità di “aggiustare” le cose all’ultimo momento di Renault e McLaren, dovremmo piazzare la Williams subito dietro la Red Bull. La verità è che il team di Grove nulla può al cospetto dei due colossi sopra indicati. Certo è che la riscossa sta cominciando e il 2009 porterà sicuramente qualche soddisfazione in più.
    • Force India. L’obiettivo di Mallya è stare stabilmente in zona punti. Probabilmente la sua macchina beneficerà del generale livellamento delle prestazioni e potrà piazzare qualche colpetto qua e là. Ed il duello con la Toro Rosso per scrollarsi dall’ultima piazza potrebbe vederla sovente vincitrice.
    • Toro Rosso. Simile alla RB5, la Toro Rosso del 2009 potrebbe fare molto bene se non fosse che le politiche interne al gruppo di Mateschitz hanno deciso di farle disputare una stagione in tono minore per non oscurare la sorellona maggiore Red Bull. Ciò non esclude che Ascanelli e Tost non piazzino qualche colpo a sorpresa. Emulare il 2008, però, sarà impossibile.

    SONDAGGIO. Per proseguire la stagione su quale vettura sarà più competitiva a Melbourne, vi invitiamo a votare il nostro sondaggio della settimana.

    Foto: www.motorsport.com