Fanta F1: il Gran Premio del giudizio

Il prossimo Gran Premio di Ungheria si presenta con il GP del Giudizio per i piloti che ambiscono al titolo mondiale di Formula 1 2009

da , il

    Il Gran Premio di Ungheria ha tutte le caratteristiche per rappresentare la tappa di svolta del mondiale 2009 di Formula 1. Ci sarà la riscossa Brawn GP o l’ennesimo duello in famiglia tra i piloti Red Bull?

    Da che parte state? Credete nella ripresa di Jenson Button, siete convinti che Sebastian Vettel sia il vero favorito o pensante che alla fine la spunterà il famelico Mark Webber? E’ arrivato il momento di decidere su chi puntare. Per ciascuno di questi 3 personaggi, ai quali andrebbe aggiunto persino un Rubens Barrichello ultimamente sempre più in palla del caposquadra, vincere il GP d’Ungheria significherà credere ancor più nei propri mezzi e, contemporaneamente, dare una bel colpo al morale degli avversari.

    Innanzitutto Jenson Button. Il pilota leader del mondiale sta vivendo un momento critico. Il tocco magico è sparito, il compagno di squadra va più forte di lui ed i rivali rimontano punti con una facilità imbarazzante. Urge una vittoria, proprio nella pista della sua prima volta, per rimettere le cose in chiaro e mostrare i muscoli con più convinzione.

    In secondo luogo Sebastian Vettel. La guerra con Webber è cominciata. Senza esclusione di colpi. Il tedesco ha perso moltissimi punti per strada. Adesso ha gli spari contati. Con un successo a Budapest prenderebbe due piccioni con una fava recuperano in classifica su Button e ricacciando indietro le ambizioni di Webber.

    Proprio Mark Webber, quello che meno ha da perdere, rappresenta la novità più affascinante. 32 anni sono la maturità per un pilota. L’australiano sa che un treno come questo targato 2009 potrebbe non ripassare più e dopo essersi ripreso dal trauma invernale che ha rischiato di stroncargli gamba e carriera, è deciso a vendere carissima la pelle. Per maggiori info chiedere alla ruota bucata di Lewis Hamilton ed alla fiancata annerita di Rubens Barrichello.

    Rubens Barrichello e Lewis Hamilton, dicevamo, ancor più dei ferraristi, sembrano loro i principali outsider da tenere d’occhio. Il pilota brasiliano non è ancora fuori dai giochi ma potrebbe vincere solo se Button fosse molto indietro. Altrimenti, è facile pensare che Mr. Brawn si inventerà l’ennesimo giochetto di prestigio. Quanto all’inglese, con un McLaren in stile Nurburgring si può comodamente considerare la terza forza del campionato. Davanti proprio a quelle Ferrari che ben stanno facendo a pensare già al 2010.