Fanta F1: in Cina per le conferme

FAnta F1

da , il

    Fanta F1: in Cina per le conferme

    Messo il lucchetto sui risultati dei primi due GP grazie alla sentenza della FIA che ha reputato regolari i diffusori di Toyota, Brawn e Williams, la Fanta F1 si appresta a vivere la sua terza tappa. In Cina, a Shanghai, meteo permettendo, ci sarà un’ottima occasione per avere conferme da Jenson Button e la sua Brawn GP.

    BRAWN GP. Mentre la Brawn GP festeggia l’arrivo della MIG come terzo sponsor dopo Virgin e Henri Lloyd, al termine delle libere del venerdì, Button loda il comportamento della BGP001:“E’ stata una buona giornata ed il bilanciamento della macchina e’ migliorato nel corso delle due sessioni dopo un inizio difficile. Nonostante il molto traffico in pista, abbiamo completato una grande mole di lavoro con le due mescole di gomme per stabilire il loro rendimento nel long run.” Barrichello, invece, preferisce rispondere al polemico Briatore, accusandolo di scarsa sportività:“Se togli il diffusore dalla mia vettura e lo metti nella loro questo non risolvera’ i loro problemi. Certa gente semplicemente non sa perdere!”

    MCLAREN. Fa discutere nel paddock la scelta di Martin Whitmarsh di tenere Lewis Hamilton lontano dai microfoni. La volontà del nuovo boss McLaren è quella di non dare ulteriore pressione al suo pupillo che, dopo aver pensato persino al ritiro dalla F1, riceve parole di conforto direttamente dal dimissionario Ron Dennis:“Lewis ha un contratto e si tratta di un contratto a lungo termine. Non puo’ disperarsi della situazione attuale, perché negli ultimi due anni e’ sempre stato competitivo, dunque e’ stato fortunato a trovarsi in un ambiente stimolante, ma questo e’ il mondo delle corse, a volte le aziende ti danno una vettura competitiva e altre volte non e’ cosi’.” Secondo Dennis, nonostante la squadra stia forzando le tappe per portare in pista i nuovi diffusori ed abbia già fatto intravedere qualche segnale incoraggiante, per quest’anno non resta che porsi in un ruolo di seconda fascia. Arriveranno tempi migliori.

    FERRARI. L’unica cosa degna di nota portata in pista dalla Ferrari è l’adesivo ?Abruzzo nel cuore? appicciato sulle F60 di Massa e Raikkonen. Per il resto, ai tifosi del Cavallino verrebbe voglia di mandare avanti il nastro della gara per trovarsi direttamente in Bahrain o, meglio ancora, a Barcellona. Kimi Raikkonen spiega bene il momento della squadra:“Il bilanciamento della macchina non e’ male e non risente dell?assenza del KERS. Il punto e’ che siamo troppo lenti rispetto alle squadre attualmente al vertice. Oggi come oggi non siamo piu’ in grado di lottare per il mondiale”. A differenza di quanto accaduto in Australia, però, dalle prime indicazioni la F60 dovrebbe accusare meno problemi nello sfruttamento degli pneumatici super-soft

    FANTA F1. Mentre il tempo per pronosticare l’autore della pole position sta per scadere, la nostra previsione ricade ancora su Jenson Button. Non è da sottovalutare, però, neanche Rubens Barrichello che qui in Cina ha vinto con la Ferrari la prima edizione della gara. Se poi si vuole tentare con qualcuno nei dintorni della prima fila, immancabili sono Trulli e Rosberg. Tutto il resto, escluse le due Red Bull, è noia.