FANTAMERCATO blindato: ormai è fatta!

da , il

    Schumacher e Massa

    Anche le più brillanti fantasie ormai sono menomate. Con tutto l’impegno del mondo non sarebbe possibile fare grandi scoop. I tasselli da sistemare sono rimasti davvero pochi. Ma non è mai detta l’ultima parola…

    Ora più che mai tutto ruota attorno alla decisione di Schumacher. Era questa e resta questa LA Notizia più attesa.

    Williams e Red Bull sono a posto da poco. Già da tempo lo erano Toyota e Honda. Presto lo sarà anche la BMW che ha ammesso di aver tentato senza successo Schumacher e che, dopo l’addio anticipato di Villeneuve, dovrebbe confermare Kubica.

    Sembra segnato anche il futuro della Renault con la probabilissima coppia Fisichella-Kovalainen.

    A tenere aperto ancora qualche discorso ci sono solo McLaren e Ferrari. Due team non da poco…

    Per la scuderia di Woking sembra impossibile aspettarsi la riconferma di De La Rosa. Uno spagnolo già c’è… e basta e avanza. Si parla di Hamilton ma non è da escludersi qualche altro nome a sorpresa.

    Per il team di Maranello è ormai parere comune che sia cosa fatta l’ingaggio di Raikkonen.

    La novità che sta emergendo negli ultimi giorni, però, va in netta controtendenza con quanto abbiamo detto fin’ora.

    Se gente che la sapeva lunga come Ecclestone, Briatore e Willi Weber puntavano ad occhi chiusi sul ritiro del tedesco, ora spuntano fuori altri nomi (tra cui il padre di Michael, Rolf Schumacher) che scommettono su un 2007 all’insegna del duo Schumi-Raikkonen.

    E Massa? Per lui si sono chiuse le porte di altre squadre e pare ci sia pronto un anno da tester. In fin dei conti questa stagione è stata fino ad ora a malapena sufficiente e un anno di pausa potrebbe servirgli per ricaricarsi senza bruciarsi definitivamente. Dal 2008, poi, il posto da titolare sarebbe suo.

    Perché no? Anche questo scenario sembra ampiamente plausibile. Certo è che la situazione è veramente confusa. Persino i rumors non fanno altro che confondersi e smentirsi a vicenda. Segno evidente che c’è da aspettare… per fortuna meno di trenta giorni, ormai.